NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Di tutto un po' su Cuba

Moderatori: bambolino, mircocubano

NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 19/03/2015, 13:03

" NON IMPORTA DOVE VIVETE.......CONTINUATE A LOTTARE PER LA LIBERTA' A CUBA".

IL DISSENSO E LE FORZE DI OPPOSIZIONE AL REGIME CASTRO MARXISTA CUBANO PRESENTI SULL' ISLA GRANDE, A MIAMI, E IN TUTTO IL MONDO.


Immagine

Sono passati dodici anni dalla " PRIMAVERA NEGRA", e gli attivisti arrestati e condannati nel marzo del 2003 dopo vari anni di carcere sono stati messi in libertà, ma non hanno rinnegato la loro scelta in difesa della LIBERTA' PER CUBA e alcuni hanno scelto di rimanere a CUBA:

MARTA BEATRIZ ROQUE CABELLO: E' uscita dal carcere a fine 2004, per motivi di salute in regime di libertà vigilata.

Trascorso il quale, nonostante fosse CITTADINA SPAGNOLA, e l' ambascita spagnola l' avesse dato la possibilità di emigrare, NON HA MAI ACCETTATO DI LASCIARE CUBA, E HA DECISO DI CONTUNUARE A COMBATTERE DA CUBA PER LA LIBERTA' DELLA SUA NAZIONE.

ANGEL MOYA: E' uscito dal carcere per gli sforzi compiuti dal GOVERNO SPAGNOLO, la CHIESA CATTOLICA, e per la pressione interna delle DAMAS DE BLANCO.

" A me nessuno ha fatto pressione per lasciare Cuba. Il Cardinale Ortega, mi ha chiamato e mi ha proposto di lasciare l' Isola. Gli ho risposto di NO. La mia decisione era quella di rimanere e continuare a lottare per la libertà. E' stato molto importante il sostegno di mia moglie BERTA SOLER ".

" Cuba non è cambiata per niente in termini di diritti umani. Basta vedere gli elenchi di DETENZIONI ARBITRARIE emesse mensilmente dal COMITATO DEI DIRITTI DELL' UOMO.

" I metodi che utilizza la "SECURIDAD DEL ESTADO" includono pestaggi ed abusi di ogni genere".

" Non hanno fatto più gli errori della Primavera Nera, ma CONTINUANO AD ARRESTARE PER MOTIVI POLITICI E NON HANNO RATIFICATO ALCUNA CONVENZIONE SUI DIRITTI UMANI".

ARNALDO RAMOS LAUZURIQUE: " Ho lasciato il carcere nel novembre del 2010. Anche a me il Cardinale Ortega aveva proposto di lasciare Cuba. Gli ho detto che non ero interessato. Sono successe molte cose da allora, ma non si torna indietro. Lasciare Cuba voleva dire lasciarla per sempre ed io non ho mai accettato questo ricatto".

DIOSDADO GONZALEZ MARRERO: " Non ho mai accettato l' ESILIO PER LASCIARE IL CARCERE. Ho lasciato l' Isola per stare con mia moglie, i miei figli e i miei nipoti all' estero.

" HO LASCIATO CUBA...............MA SONO RIMASTO A CUBA........................".

" Molte cose cose sono cambiate a Cuba, ma........................politicamente tutto è rimasto immutato".

EDUARDO DIAZ FLEITAZ: " Mi hanno scarcerato solo quando mancavano pochi giorni alla scadenza degli otto anni di condanna".

" Mi ha chiamato il Cardinale Ortega per poter andare in Spagna. Gli ho risposto che non ero interessato a lasciare Cuba".

" SIAMO RIMASTI SULL' ISOLA ED E' STATO MOLTO IMPORTANTE PERCHE' IL NOSTRO IMPEGNO E' QUELLO DI LOTTARE PER I CAMBIAMENTI DI CUI I CUBANI HANNO BISOGNO".

" NON POTRO' MAI RIMPIANGERE DI ESSERE RIMASTO QUI, E NON ANDRO' VIA IN NESSUN CASO".

" Il più grande cambiamento che ha subito la Nazione Cubana è il DETERIORAMENTO AVVENUTO NEGLI ULTIMI 12 ANNI".

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 20/03/2015, 13:40

LAURA LABRADA IN UNA CONFRENZA STAMPA ANNUNCIA DI AVER CREATO UNA NUOVA FONDAZIONE INTITOLATA A SUA MADRE LAURA POLLAN, PRENDE LE DISTANZE DA BERTA SOLER E SOSTIENE DI AVERE L' APPOGGIO DI UN CENTINAIO DI DAMAS DE BLANCO.

Immagine
( LE DAMAS DE BLACO fotografate di fronte alla Chiesa di SANTA RITA a L' AVANA ).

In una conferenza stampa che si è tenuta giovedì 19 Marzo 2015 a L' AVANA, LAURA LABRADA, figlia di LAURA POLLAN, leader del gruppo di donne cubane, prima della successione, a cusa della sua morte, a favore di Berta Soler, ha annunciato di AVER CREATO UNA NIUOVA FONDAZIONE INTITOLATA A SUA MADRE ed ha DIFFIDATO BERTA SOLER AD UTILIZZARNE IL SUO NOME.

LAURA LABRADA ha sostenuto di aver preso questa decisione avendo l' appoggio di un CENTINAIO DI DAMAS DE BLACO.

Vi è viceversa da sottolineare che BERTA SOLER aveva indetto un referendum sulla leadership del gruppo che aveva data un risultato favorevole alla sua persona con 180 voti a fvore su 201 espressi.

Il movimento della Damas De Blanco era nato dopo gli arresti della PRIMAVERA NEGRA del marzo 2003.

Un gruppo di DONNE VESTITE DI BIANCO, dopo la MESSA NELLA PARROCCHIA DI SANTA RITA, NEL QUARTIRE DI MIRAMAR, aveva marciato per protestare pacificamente contro gli arrersti e mettere in evidenza la situazione dei prigionieri politici cubani.

LE DAMAS DE BLANCO hanno ricevuto nel 2005 il PREMIO SAKHAROV dal Parlamento Europeo nel 2005.

La sede attuale de LE DAMAS DE BLANCO si trova al 963 di NEPTUNE STREET ed attualmente vive nella casa HECTOR MASEDA, vedovo di LAURA POLLAN, uno dei 75 DISSIDENTI IMPRIGIONATI DURANTE LA PRIMAVERA NEGRA.

Sarà felice FIDEL CASTRO e la sua NUMENKLATURA..................La strategia del REGIME CASTRO MARXISTA è quella non troppo nascosta di distruggere il gruppo e la si può appllicare alla lettera a tutti i gruppi dell' opposizione ( PRESIONANDO, GOLPEANDO, AISLANDO, CHANTAJEANDO, ESPIANDO Y PROMOVIENDO LA DIVISION DEL GRUPO...................).

La macchina del regime è ben oliata, e funziona perfettamente con lo scopo di perpetuarsi al potere e che " les permite el goze de las mileles del poter".

Quersta divisione de la DAMAS DE BLACO, ( sembra 100 con BERTA SOLER e altre 100 con LAURA POLLAN ) anche se può essere necessaria e benefica per un chiarimento all' interno del gruppo, dimostra come......

LE FORZE DELL' OPPOSIZIONE SIANO ANCORA DIVISE IN MILLE RIVOLI, all' interno dell' ISLA GRANDE, a MIAMI in SPAGNA e in tutto il mondo.

D' altronde questo fervore dell' OPPOSIZIONE CUBANA è lo "mismo" interessante , fatto anche di dissidi e divivisioni interne, è sinonomo che esiste e cominca a fare i primi passi.

E' un inizio ecome tutti gli inizi mostra il suo primo aspetto: voci che si sovrappongono, idee e progetti che si contrappongono, ma che PROPONGONO AI CUBANI PER LA PRIMA VOLTA UN MODELLO POLITICO ALTERNATIVO ALL' IMMUTABILITA' COMUNISTA, DOPO 50 ANNI DI SILENZIO ASSORDANTE IMPOSTO DAI F.lli CASTRO.....................

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 21/03/2015, 19:21

"RICONOSCERE I CAMBIAMEBTI NON CI RENDE CONFORMISTI".

Immagine

Una prima parte di ex prigionieri politici, condannati ed arrestati dodici anni fa nel MARZO 2013 nell' ambito della " PRIMAVERA NEGRA", li abbiamo già sentiti ( vedi sopra ). Ora è la volta di altri che hanno deciso, una volta liberati dopo anni di carcere, di rimanere a Cuba:

JOSE' DANIEL FERRER: " Tutto il tempo che siamo stati in prigione, il regime dei fratelli Castro ha fatto del suo meglio per spingerci ad abbandonare la Nazione. Alcuni hanno deciso di DIRE DI NO. OGGI SONO SEMPRE PIU' CONVINTO CHE NE VALSE LA PENA AVERE FATTO QUESTA SCELTA"

" Oggi sono cambiate tante cose, ma rimane ed è in aumento la repressione contro gli attivisti dei diritti umani e contro il popolo cubano.

" RICONOSCERE I CAMBIAMENTI NON VUOL DIRE ESSERE DIVENTATI CONFORMISTI. Lo scorso giorno camminando libero per le strade, mi sono ricordato quando la gente cubana mi sussurrava " HO SENTITO ", riferendosi a una delle poche stazioni come RADIO MARTI' , per conoscere che cosa facevano i movimenti democratici. oggi NON CI SUSSURRANO PIU', MA CI GRIDANO..... " HO VISTO".

" Dobbiamo rompere il monopolio che ha il regime sui media, per gridare non solo più " HO VISTO", ma ......" SIAMO STATI".

FELIX NAVARRO: " Sabato 10 LUGLIO 2013, ho festeggiato il giorno del mio 57° compleanno in carcere e ho ricevuto la telefonata del CARDINALE ORTEGA, dicendomi che stava organizzando il terzo gruppo di prigionireri per poter uscire dal carcere ma anche da Cuba. lo ho rigraziato per tutto quello che la Chiesa aveva fatto per combattere contro queste inguisizie, ma ho rifiutato di espatriare".

" IL 22 MARZO 2014 IL CARDINAL ORTEGA MI HA CHIAMATO DI NUOVO E MI HA PORTATO FUORI DAL CARCERE".

" INSIEME A JOSE' DANIEL FERRER ERO L' ULTIMO A LASCIARE LA PRIGIONE................".

" La Nazione E' CAMBIATA MA IN PEGGIO.......E' VERO CHE NON E' PIU' ACCADUTO CHE OGNI DOMENICA LA POLIZIA MI HA IMPEDITO DI CAMMINARE LIBERO PER LE STRADE, PICCHIANDOMI E INSULTANDOMI, MA LA REPRESSIONE CONTINUA IN UN' ALTRO MODO CON CITAZIONI E LA SORVEGLIANZA DELLA POLIZIA".

HECTOR MASEDA: " IL CARDINALE ORTEGA MI HA PROPOSTO PER BEN TRE VOLTE DI USCIRE DALLA PRIGIONE E DI ESPATRIARE IN SPAGNA.......MA IO HO DETTO DI NO".

" NON HO ACCETTATO DI USCIRE DALLA PRIGIONE IN LIBERTA' VIGILATA. MI HANNO SCARCERATO CONTRO LA MIA VOLONTA'. Nel SETTEMBRE 2014 ho presentato una denuncia allla Corte Popolare contro i crimini e per la sicurezza dello Stato. che ha confermato la libertà vigilata".

" Alcuni cambiamenti sono avvenuti nella nostra Nazione, ma non sono quelli FONDAMENTALI".

JORGE OLIVEIRA: " Poco meno di cinque anni fa ho rifiutato l' offerta di esilio in Spagna. Sono stato criticato per questa scelta. Ma mia moglie e i miei figli e gli amici piu stretti mi hanno sostenuto in questa decisione".

" Il mondo e non solo Cuba è cambiato. La Cuba di DODICI ANNI FA era molto diversa. Alcune persone dicono che è troppo poco, altre che NON E' CAMBIATO NULLA..............La Nazione Cubana è cambiata e cambierà ancora. Non con la velocità che vogliamo, ma si sono aperti spazi inimmaginabili verso la democrazia".

LIBRANDO LINARES: " Dopo circa un anno e mezzzo di carcere alcuni ufficiali della Sicurezza di Stato mi hanno proposto che mi avrebbero scarcerato se avessi lasciato Cuba. GLI HO RISPOSTO DINO......Anche se loro mi confermassero che avrei dovuto passare 20 anni in carcere senza alcun beneficio".

" ALCUNI ESPERTI IN MATERIA DI TRANSIZIONE HANNO DETTO CHE CI SONO QUATTRO TIPI DI REGIME: NON DEMOCRATICI,TOTALITARI, POST- TOTALITARI, AUTORITARI".

" QUELLO DI CUBA ERA UN REGIME TOTALITARIO, SUL MODELLO STALINISTA SOVIETICO. MA NEGLI ANNI 90 E' INIZIATO PER LE PRESSIONI INTERNAZIONALI E DELL' OPPOSIZIONE INTERNA IL PROCESSO DI DETOTALIZZAZZAZIONE. IL REGIME SI E' EVOLUTO IN POST-TOTALITARIO".

" Nonostante la repressione di massa, l' pposizione è diventata sempre più visibile. LE PERSONE NON HANNO PIU' PAURA E STANNO IMPARANDO A PARLARE IN PUNBBLICO E RIVENDICARE E PROPRI DIRITTI".

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 23/03/2015, 10:57

PAROLE DISTENSIVE DI BERTA SOLER CHE DENUNCIA PERO' INFILTRAZIONI DELLA SECURIDAD DEL ESTADO CUBANO NEL GRUPPO DI DAMAS DE BLANCO

Immagine

BETA SOLER, il Leader del movimento dissidente cubano DAMAS DE BLANCO, è convinta che dietro i conflitti all' interno del gruppo che ha portato alla separazione di alcuni membri, " se esconde la Securidad del Estado Cubano".

Berta Soler ha detto che comunque " rispetta la decisione ( di scissione ) e anche se il Movimento potrebbe continuare ad utilizzare il suo nome attuale ( DAMAS DE BLANCO LAURA POLLAN ) NON VAN ENTRAR EN ESTE PROBLEMA DE FAMILIA".

BERTA SOLER ha confermato che tra pochi giorni sarà a L' AVANA è " consegnerà personalmente LE CHIAVI della sede della capitale a LAURA MARIA LABRADA POLLAN ( di cui figura attualmente come proprietario e vive il vedovo di Laura Pollan ).

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 24/03/2015, 19:30

E INDUBBIO CHE A CUBA SI E' VERIFICATO UN GAP GENERAZIONALE.

GLI IDEOLOGI DEL REGIME CASTRO MARXISTA CUBANO SONO ALLA DISPERATA RICERCA DEL VOTO DEI GIOVANI.

MA I RAGAZZI CUBANI DIFRONTE All' IMPOSSIBILITA' DI POTER SCEGLIERE, VOGLIONO VIVERE UN PO' E CONSIDERANO I LORO GENITORI COME UNA GENERAZIONE DI FRUSTRATI..................


Immagine

Su Avenida Indipendencia su un cartellone del MEGA PROGETTO DI PORTO MARIEL è comparso una chiamata alle urne per le elezioni parziali del 19 APRILE del 2015.

A Cuba è tuttora vietato ai candidati fare campagna elettorale, ma è in atto da parte del regime castro marxista un abile tentativo di riavvicinare i giovani alla politica.

La regia di questa operazione è affidata al giornale "JUVENTUD REBELDE" che ha dedicato articoli e servizi diretti ai giovani cubani.

Un gruppo di studenti e di giovani insegnanti della SCUOLA DI COMUNICAZIONE PRESO L' UNIVERSITA' DE L' AVANA e L' ISTITUTO SUPERIORE DEL DESIGN hanno lavorato per la COMMISSIONE ELETTORALE NAZIONALE ( CEN )e sono stati elaborati e stampati numerosi MANIFESTI ELETTORALI COLORATI E DISEGNATI CON DIVERSI MOTIVI SOTTO IL LOGO:

votoxcuba2015...........................

E chiaramente un' operazione di facciata del regime che non soddisfa il DESIDERIO DI CAMBIAMENTO POLITICO che viene richiesto da molti cittadini ed istituzioni.

E indubbio che a Cuba si è verificato un GAP GENERAZIONALE.......

I GIOVANI CUBANI lungi dal preoccuparsi di POLITICA, ANTI - IMPERIALISMO e di MIGLIORARE L' AMBIENTE........vogliono divertirsi,viaggiare, insomma VIVERE UN PO'.......................e considerano i loro genitori come una GENERAZIONE FRUSTRATA.

Per molti coloro che sono nati dopo il 1976 sanno che ANDARE ALLE URRNE E' PURA FORMALITA'.............

GLI IDEOLOGI DEL REGIME.

Ma gli ideologi del regime castro marxista non demordono e la battaglia per conquistare ideologicamente i giovani cubani è diventata una MARCIA FRENETICA...................CONCERTI, GRAFFITI, SMS, STRISCIONI, DISTRIBUZIONE DI VOLANTINI, CONVERSAZIONI SU SOCIAL NETWORK sono tutti gli strumenti che vengono adottati per la partecipazione dei giovani cubani.

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 30/03/2015, 11:00

PER LA PRIMA VOLTA ALCUNI GIOVANI CUBANI E VENEZUELANI SI SONO INCONTRATI A SAN JOSE' CON IL DOTT. OSCAR ARIAS SANCHEZ, PER DUE VOLTE PRESIDENTE DEL COSTA RICA

Immagine

Il Costa Rica di oggi è una Nazione che gode di un' eccezionale spinta economica, che si basa su fondamenta di stabilità democratica ed è impegnata nella difesa dei DIRITTI UMANI in tutto il Sud - America.

Il DOTT. OSCAR ARIAS SANCHEZ, che è stato Presidente del Costa Rica per due mandati presidenziali nel 1986 - 1990 e 2006 - 2010, ha voluto incontrare sabato nella sua villa a San Jose' i giovani Cubani e Venezuelani per un incontro che è durato più di un' ora.

Nell' importante riunuone si è discusso del panorama politico attuale delle due Nazioni e delle sfide di coloro che LOTTANO PER UNA SVOLTA DEMOCRATICA A CUBA E IN VENEZUELA.

KIRENIA YALIT ( COORDINATORE DELLA GIOVENTU' CUBANA ) in merito alle nuove relazioni con gli STATI UNITI ha detto che: " I giovani non si oppongono alle opportunità derivanti da questi cambiamenti se visti come un beneficio per il popolo Cubano, ma noi continueremo nella lotta per ottenere i DIRITTI CIVILI".

ELICIER AVILA ( LEADER DI SOMOS + ) in merito alla possibilità che si verifichi una riforma all' interno del partito comunista cubano sul tipo di quella di DENG XIAOPING in CINA, ha detto: " NOI SIAMO IN GRADO DI COSTRUIRE UN MODELLO MIGLIORE DI CRESCITA ECONOMICA E NELLO STESSO TEMPO ASSICURARE IL PIENO ESERCIZIO DELLE LIBERTA' CIVILI E POLITICHE, UNICHE GARANZIE PER LA RICONCILIAZIONE NAZIONALE E PER UNA STABILITA' DURATURA".

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 11/04/2015, 10:46

IERI, 10 APRILE 2015, SI SONO RIUNITI A L' AVANA,E PARALLELAMENTE A SANTIAGO DE CUBA, CIRCA 60 DISSIDENTI DEMOCRATICI PER " L' ENCUENTRO DELLA SOCIETA' CIVILE CUBANA".

DURANTE QUESTO FORUM PARALLELO AL VII° VERTICE DELLE AMERICHE, SONO STATI CONDANNATI GLI ATTI DI VIOLENZA NEI CONFRONTI DEI DISSIDENTI E DEGLI ESULI DEMOCRATICI CUBANI.


Immagine

( Nella foto la riunione di Santiago de Cuba )

Hanno partecipato all' incontro de L' Avana 60 MEMBRI di diverse organizzazini: Il gruppo che fa riferimento ai 75 condannati del 2003, ANGEL MOYA e LIBRANDO, oltre a rappresentanti delle DAMAS DE BLANCO, rappresentanti del FRONTE NAZIONALE DI RESISTENCIA CIVICA ORLANDO ZAPATA TAMAYO ( FNRC - OZT ).

" RINGRAZIAMO IL POPOLO PANAMENSE E IL SUO GOVERNO CHE CON CORAGGIO SI E' ASSUNTO LA RESPONSABILITA' DI PROMUOVERE IL DIALOGO SENZA NESSUNA ESCLUSIONE".

TRA I DISSIDENTI DEMOCRATICI PRESENTI AL FORUM DI PANAMA CITY I PIU' IMPORTANTI:

1) GUILLERMO FARINAS.
2) BERTA SOLER.
3) ELIZARDO SANCEZ.
4) MANUEL CUESTA MORUA.

LA COSA IMPORTANTE E' STATO L' ABBRACCIO CON GLI ESULI DEMOCRATICI CUBANI.

NELL' AMBITO DI UNA RIUNIONE IMPORTANTE E' STATO PRESENTATO UN PROGETTO MOLTO ARTICOLATO, E DOTATO DI MOLTE PROPOSTE CONCRETE, TRA CUI UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE E UN NUOVO ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE CUBANA CHE PERMETTE LA COSTITUZIONE DI LIBERE ASSOCIAZIONI E PARTITI POLITICI.

Parallelamente a L' Avana si è svolta nella provincia di SANTIAGO DE CUBA, una riunione simile, ORGANIZZATA DA JOSE' DANIEL FERRER, Leader dell' UNIONE PATRIOTTICA DI CUBA.

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 25/04/2015, 11:32

YOANI SANCHEZ: " CUBA, STA VIVENDO L' AGONIA DEL CASTRISMO"

Immagine

E' da tanto tempo che non sentivamo più la YOANI............

Il suo GIORNALE ELETTONICO http://www.14ymedio.com - DIARIO HECHO EN CUBA, sta andando a meraviglia, con un numero sempre più crescente di consensi e di firme prestigiose che collaborano agli articoli redatti in tempo reale.

Pochi minuti, prendendo un Caffè Cubano, immersa in mille impegni e meeting ( VISITA IN CILE ), con un SOGNO da realizzare:

Quello della RICONQUISTA DELLA LIBERTA' A CUBA e la fine incruenta del REGIME CASTRO MARXISTA.

" IL CASTRISMO affronta se non la fine, L' AGONIA....................".

Per non scomparire " Si afferrerà con forza al controllo assoluto che ha sulla Nazione".

" UNA GENERAZIONE STORICA STA SCOMPARENDO, e molto probabilmente gli eredi cercheranno di fare qualche riforma, anche se dicono che tutto rimarrà TALE E QUALE AD OGGI":

" IL CASTRISMO SENZA FINE....................sarà abbastanza avaro in fatto di riforme e quindi bisognerà fare molto pressing".

" Non voglio e non credo di dover sperare che il governo di un' altra Nazione venga a risolvere i nostri problemi".

" TOCCA A NOI CUBANI, ESIGERE........CHIEDERE.............FARE PRESSIONE".

" Non immagino che Raul Castro, possa alle elezioni del 2018, proporsi quale presidente, perchè avrà 87 anni".

" Sarà pronto invece, MIGUEL DIAZ CANEL, l' attuale VICE PRESIDENTE, anche se sarà una specie di " SCHERMO" per dire che " STIAMO CAMBIANDO " e poi credo che non avrà i pieni poteri".

" Alle sue spalle emergerà il POTERE MILITARE, rappresentato dal figlio di RAUL CASTRO".

" ALEJANDRO CASTRO, forse sarà lui a muovere i FILI DEL POTERE".

CELESTE HENRY ::boat
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda carlo » 25/04/2015, 11:59

L'agonia de castrismo e' uno degli argomenti politici che piu' sono andati in voga negli ambienti cubano-americani......il problema e' che ne hanno discusso per piu di 50 anni.....
Avatar utente
carlo
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 6812
Iscritto il: 26/05/2011, 15:49
Località: perugia

Re: NON IMPORTA DOVE VIVETE, LOTTATE PER LA LIBERTA' A CUBA

Messaggioda CELESTE HENRY » 25/04/2015, 18:38

carlo ha scritto:L'agonia de castrismo e' uno degli argomenti politici che piu' sono andati in voga negli ambienti cubano-americani......il problema e' che ne hanno discusso per piu di 50 anni.....


" CUBA INDIPENDENTE E DEMOCRATICA" E' IL NOME DEL NUOVO MOVIMENTO POLITICO, NON AUTORIZZATO, I CUI DUE CANDIDATI " CONTRORIVOLUZIONARI" HANNO PER LA PRIMA VOLTA, DOPO 56 ANNI RICEVUTO DEI CONSENSI A CUBA.

SI PARTE DAI 422 VOTI RICEVUTI, PER ARRIVARE AD INTERCETTARE IL VOTO DI 1.700.000 VOTANTI CHE SI SONO ASTENUTI, O HANNO VOTATO SCHEDA BIANCA O NULLA.


Immagine

La Commissione Elettorale Nazionale Cubana ha informato che il numero dei giovani votanti tra i 17 e 18 anni è di 63.441.

Ma secondo le stime del Centro Studi sulla popolazione il numero di questi giovani dovrebbe essere di 138.866 di diciottenni e 136.523 di dicissettenni per un TOTALE DI 275.389.

DOVE SONO ANDATI A FINIRE I 211.948 ragazzi che mancano all' appello..............

Questa discordanza è dipesa in parte dal fatto che l' Autorità Elettorale non lavorari in coordinamento con l' ufficio CARTE D' IDENTITA' , ma sicuramente quanti di questi DISPERSI HA LACIATO LA NAZIONE, o è in PRIGIONE....................

Una cosa comunque è certa, a CUBA PER LA PRIMA VOLTA SI E' VOTATO PER UN NUOVO MOVIMENTO POLITICO.

CUBA INDIPENDENTE E DEMOCRATICA.

I voti sono solo 422:

1) SEGGIO AL VEDADO: 320 voti per il vincitore, contro i 189 del candidato dell' opposizione ( Avv. HIDELBRANDO CHAVIANO).
Penosa la figura del presidente di seggio che cercava di nascondere altri 51 voti di un seggio collegato.

2) SEGGIO DI SANTA AMALIA: 576 voti per il vincitore contro i 233 voti per il candidato dissidente ( YUNIEL LOPEZ ).

Su SCALA NAZIONALE, rappresentano solo lo 0,0048% del totale dei consensi, quindi una realtà microscopica.

Eppure la novità che deve essere presa in considerazione è che il sistema elettorale cubano, in vigore dal 1975, e parzialmente riformato dal 1992, ha sempre avuto SOLO DUE FUNZIONI:

1) L' assoluto controllo delle assemblee elettive.

2) MISURARE IL NON CONSENSO..............O IL DISSENSO: La partecipazione al voto e il sistema di scelta dei candidati, SCELTA COMPIUTA PER ALZATA DI MANO NEL CORSO DI PUBBLICHE ASSEMBLEE, altro non è che UNA FORMA DI CONTROLLO SOCIALE.

NON ANDARE A VOTARE, RISPONDENDO NO ALLE SOLLECITAZIONI DEI CDR ( COMITES DE DEFENSA DE LA RIVOLUTION ) SIGNIFICA ENTRARE nel novero dei " DISAFECTOS" o peggio dei " CONTRORIVOLUTIONARIOS".

PRESENTARE UN CANDIDATO DI OPPOSIZIONE O VOTARLO SIGNIFICA PORSI FUORI DA UN SISTEMA CHE, NON AMMETTE NULLA AL DI FUORI DI SE STESSO...................

SIGNIFICA PERDERE OGNI DIRITTO DI CITTADINANZA..............

Per questo il calcolo che fa YOANI SANCHEZ ( 422 voti ma in reraltà 1.700.000 elettori hanno detto no al REGIME CASTRO MARXISTA ) hanno un SENSO LOGICO.

E i voti dati ai candidati dell' opposizione hanno una sorta di EROICO MIRACOLO e ilò possibile annuncio di un' EPOCA NUOVA.

Quache spavento devono comunque arelo provocato se si pensa che il voto, di per se insignificante è strato seguito con trepidazione e la vittoria del candidato governativo è stata salutata come una " ACTO DE REAFIRMACION REVOLUCIONARIA".

IL CAMBIO DEMOCRATICO DEVE NASCERE DAL SENTIMENTO, DALL' ANIMA E DALLA VOLONTA' DEI CUBANI, LASCIATI LIBERI DALLA PAURA DI ESSERE CONTROLLATI NEI LORO PENSIERI E NELLE LORO SCELTE DA UN REGIME SOPPORTATO DA UNA MAGGIORANZA SILENZIOSA DI CITTADINI CUBANI, CHE IERI HANNO DETTO UN " BASTA" ANCORA FIOCO E A BASSA VOCE, MA DA ASCOLTARE E SORREGGERE....................

CELESTE HENRY ::boat

P.S. dedicato a CARLO...........

" QUALCOSA SI STA MUOVENDO NELLA MORTA GORA DI UNA RIVOLUZIONE, CHE ORMAI DA MOLTO TEMPO NON E' CHE LA BUROCRATICA RIPROPOSIZIONE DELLA SUA PARTE PEGGIORE. E CHE CON LA DEMOCRAZIA HA UN DEBITO CHE PRIMA O POI DOVRA' PAGARE. ( MASSIMO CAVALLINI - " IL FATTO QUOTIDIANO" - 25 APRILE 2015 )
Immagine

Cuba, una lacrima bagnata dal mare celeste e asciugata dalle bianche spiagge e dalla forza di chi crede ancora nell' amore e nel futuro.......
Avatar utente
CELESTE HENRY
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2856
Iscritto il: 18/01/2013, 13:38
Località: MILANO - PIAZZA SAN BABILA

Prossimo

Torna a Tematiche generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite