Perché la gente finisce a Cuba.

Di tutto un po' su Cuba

Moderatori: bambolino, mircocubano

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda ciudadhabana » 09/01/2018, 9:49

tstudent ha scritto:Fioretto per il 2018: smettere di bacchettare il ragioniere.
Pero' scrivici qualcosa di Cuba.
Ma la tua Cuba, quella che vivi tu....che probabilmente e' l'ultimo posto dove si puo' ancora sentire l'odore di cio' che fu.
Qualcosa di dettagliato e veritiero che ci faccia immergere in atmosfere ai piu' oramai inaccessibili.
Senza giudizi morali, critiche al sistema o persone. Una pura descrizione di fatti ed emozioni.
Sarebbe una gran cosa.

Questo mi piace.
Ci siamo arrivati... meglio tardi che mai...
Sotto questo profilo (... le emozioni...) mi piacevano, per esempio, i resoconti di Giotto ma stò dimenticando sicuramente tanti altri autori.
Per quanto mi riguarda, è quello che ho sempre cercato di fare con i miei report scritti sotto forma di "racconti" cubani.
Se ne rammento alcuni titoli, automaticamente mi tornano alla mente le "emozioni", gli "odori", i "colori" che li avevano suscitati.
Le passeggiate notturne in Habana Vieja, i saluti delle "novie" urlati dai balconi, le scemenze nei locali, i discorsi con i vecchi guardando il porto, tante donne bellissime altere come pantere, sia in chancletas por la calle, sia in tacones e fasciate in abiti rossi o blu nelle halls dei grandi alberghi...
Non mi è piaciuto indugiare autoreferenzialmente nei dettagli di natura sessuale (pur non avendone trascurato proprio nessuno...) avendoli sempre dati per scontati.
Così, oltre a descrivere antri desolati nei quali ho mangiato, dormito e conversato, mi è piaciuto - più che riportare gemiti di piacere - narrare di spalle ben disegnate, di gambe lucide illuminate da lampioni stradali, di polsi e gomiti ondeggianti latinamente durante i discorsi, di enormi capigliature ricce, di denti splendenti.
Così, le mie amiche che ho sempre considerate "puttane" sul piano tecnico non le ho mai giudicate moralmente.
Non l'ho fatto cristianamente (... scagli la prima pietra...) ma laicamente, essendo conscio di come sia complesso il vivere in questo mondo e di come sia infantile "impiccarsi" ai principi o pensare che una linea dottrinaria possa separare (fuori dai delitti) il "bene" dal "male".
La mia Cuba è stata ricca di emozioni ed anche "tosta", perchè una dannata consuetudine mi porta a sbattere in situazioni un po' crude ma alla fine, per esempio, nemmeno un rasoio di quelli di una volta in mano a una princesa è riuscito a farmi deviare dal mio modo di pensare...
Bene, quindi: "senza giudizi morali, critiche al sistema o persone"... auguriamocelo tutti, anche autocriticamente, oltre che augurarlo al raggio...
Avatar utente
ciudadhabana
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 5233
Iscritto il: 26/02/2010, 19:28

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda ragioniere » 09/01/2018, 17:40

ciudadhabana ha scritto:
tstudent ha scritto:Fioretto per il 2018: smettere di bacchettare il ragioniere.
Pero' scrivici qualcosa di Cuba.
Ma la tua Cuba, quella che vivi tu....che probabilmente e' l'ultimo posto dove si puo' ancora sentire l'odore di cio' che fu.
Qualcosa di dettagliato e veritiero che ci faccia immergere in atmosfere ai piu' oramai inaccessibili.
Senza giudizi morali, critiche al sistema o persone. Una pura descrizione di fatti ed emozioni.
Sarebbe una gran cosa.

Questo mi piace.
Ci siamo arrivati... meglio tardi che mai...
Sotto questo profilo (... le emozioni...) mi piacevano, per esempio, i resoconti di Giotto ma stò dimenticando sicuramente tanti altri autori.
Per quanto mi riguarda, è quello che ho sempre cercato di fare con i miei report scritti sotto forma di "racconti" cubani.
Se ne rammento alcuni titoli, automaticamente mi tornano alla mente le "emozioni", gli "odori", i "colori" che li avevano suscitati.
Le passeggiate notturne in Habana Vieja, i saluti delle "novie" urlati dai balconi, le scemenze nei locali, i discorsi con i vecchi guardando il porto, tante donne bellissime altere come pantere, sia in chancletas por la calle, sia in tacones e fasciate in abiti rossi o blu nelle halls dei grandi alberghi...
Non mi è piaciuto indugiare autoreferenzialmente nei dettagli di natura sessuale (pur non avendone trascurato proprio nessuno...) avendoli sempre dati per scontati.
Così, oltre a descrivere antri desolati nei quali ho mangiato, dormito e conversato, mi è piaciuto - più che riportare gemiti di piacere - narrare di spalle ben disegnate, di gambe lucide illuminate da lampioni stradali, di polsi e gomiti ondeggianti latinamente durante i discorsi, di enormi capigliature ricce, di denti splendenti.
Così, le mie amiche che ho sempre considerate "puttane" sul piano tecnico non le ho mai giudicate moralmente.
Non l'ho fatto cristianamente (... scagli la prima pietra...) ma laicamente, essendo conscio di come sia complesso il vivere in questo mondo e di come sia infantile "impiccarsi" ai principi o pensare che una linea dottrinaria possa separare (fuori dai delitti) il "bene" dal "male".
La mia Cuba è stata ricca di emozioni ed anche "tosta", perchè una dannata consuetudine mi porta a sbattere in situazioni un po' crude ma alla fine, per esempio, nemmeno un rasoio di quelli di una volta in mano a una princesa è riuscito a farmi deviare dal mio modo di pensare...
Bene, quindi: "senza giudizi morali, critiche al sistema o persone"... auguriamocelo tutti, anche autocriticamente, oltre che augurarlo al raggio...


Totonnus herectus

bisognerebbere cmq sempre premettere una cosa

Se si sa che una persona e finita (o ritornata) a Cuba, per la fica, ha senso seguirlo per bacchettarlo ?

Se a una persona, tolta la figa di un posto non interessa quasi nulla, che ci sta di male ?

Con questo non critico ne cuba ne nessun posto, dico solo che tolta la figa, il resto a me non interessa, e sche mi piace assai di piu la nostra italia o cmq molti altri posti... e una opinione (non condivisibile) ma rispettabile ??

E poi dico che io (ma credo tutti) do un valore alla mia vacanza, per me 14-21 gg a Cuba non devono costare piu di 500 euro, volo incluso, altrimenti non mi conviene, magari totonnus herectos dice per me il massimo sono 3000,,, tutto ci puo stare.

Ma non dico 500 perche cuba non meriti di piu, ma lo dico perche se io per esempio ho voglia di spiaggia e stintino mi costa 600, ma chi me lo fa fare di andare a cuba o altrove per piu di quella cifra---- ma ripeto nulla contro di cuba, e solo un ragionamento-

Detto questo, non e che non capisco che le critiche morali di tsudent ci stanno, sicuramente aivoglia che molti criticherebbero, noi puttanieri, lo capisco, ma in un forum su cuba non lo capisco.

Capisco pure che in un modo o altro e vero che un VIP approfitta (poco o molto) del suo status, non e che non ha ragione tsudent, io cerco di approfittarne senza infierire, senza strafare, perfetto, ma torniamo al punto di prima, ha senso rimarcarlo ?

Ovvio che io non ho piu il tempo di procacciare tutta la vacanza e mi devo accontentare di futili sciammerie, e per lo piu contrariamente alla massa mi cerco donen anche sui 50, perche non mi va di pagare ragazze giovani e perche mi tirano le mature... oltre a quello poi cerco di godermi la vacanza nel limite del possibile, come farei in qualsiasi posto.

Non critico cuba, non sputo nel letto dove ho grugnito, anzi ringrazio cuba e le cubane e io ho sempre detto questo, pero nonostante tutto vedo anche i 100 difetti del paese e vi sono tante cose che a me non piacciono, ma sempre ribadendo che e solo un mio parere e che ringrazio 100 volte cuba

Ora io come totonnus, non ho nessuna voglia di litigare, 0, quindi se non e piu possibile scrivere 4 cazzate senza essere messi in croce o giudicati sul personale tanto vale che me ne sto zitto, e passo solo per gli auguri di pasqua, natale etc etc----

Che io sia pieni di difetti lo so, che non sono un santo pure, che sono moralmente dal punto di vista cattolico censurabile lo so,
pero cactus non e che poi me lo si deve ripetere spesso o dedicarmi topic di offese
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17615
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda ciudadhabana » 09/01/2018, 20:33

ragioniere ha scritto:
ciudadhabana ha scritto:
tstudent ha scritto:Fioretto per il 2018: smettere di bacchettare il ragioniere.
Pero' scrivici qualcosa di Cuba.
Ma la tua Cuba, quella che vivi tu....che probabilmente e' l'ultimo posto dove si puo' ancora sentire l'odore di cio' che fu.
Qualcosa di dettagliato e veritiero che ci faccia immergere in atmosfere ai piu' oramai inaccessibili.
Senza giudizi morali, critiche al sistema o persone. Una pura descrizione di fatti ed emozioni.
Sarebbe una gran cosa.

Questo mi piace.
Ci siamo arrivati... meglio tardi che mai...
Sotto questo profilo (... le emozioni...) mi piacevano, per esempio, i resoconti di Giotto ma stò dimenticando sicuramente tanti altri autori.
Per quanto mi riguarda, è quello che ho sempre cercato di fare con i miei report scritti sotto forma di "racconti" cubani.
Se ne rammento alcuni titoli, automaticamente mi tornano alla mente le "emozioni", gli "odori", i "colori" che li avevano suscitati.
Le passeggiate notturne in Habana Vieja, i saluti delle "novie" urlati dai balconi, le scemenze nei locali, i discorsi con i vecchi guardando il porto, tante donne bellissime altere come pantere, sia in chancletas por la calle, sia in tacones e fasciate in abiti rossi o blu nelle halls dei grandi alberghi...
Non mi è piaciuto indugiare autoreferenzialmente nei dettagli di natura sessuale (pur non avendone trascurato proprio nessuno...) avendoli sempre dati per scontati.
Così, oltre a descrivere antri desolati nei quali ho mangiato, dormito e conversato, mi è piaciuto - più che riportare gemiti di piacere - narrare di spalle ben disegnate, di gambe lucide illuminate da lampioni stradali, di polsi e gomiti ondeggianti latinamente durante i discorsi, di enormi capigliature ricce, di denti splendenti.
Così, le mie amiche che ho sempre considerate "puttane" sul piano tecnico non le ho mai giudicate moralmente.
Non l'ho fatto cristianamente (... scagli la prima pietra...) ma laicamente, essendo conscio di come sia complesso il vivere in questo mondo e di come sia infantile "impiccarsi" ai principi o pensare che una linea dottrinaria possa separare (fuori dai delitti) il "bene" dal "male".
La mia Cuba è stata ricca di emozioni ed anche "tosta", perchè una dannata consuetudine mi porta a sbattere in situazioni un po' crude ma alla fine, per esempio, nemmeno un rasoio di quelli di una volta in mano a una princesa è riuscito a farmi deviare dal mio modo di pensare...
Bene, quindi: "senza giudizi morali, critiche al sistema o persone"... auguriamocelo tutti, anche autocriticamente, oltre che augurarlo al raggio...


Totonnus herectus

bisognerebbere cmq sempre premettere una cosa

Se si sa che una persona e finita (o ritornata) a Cuba, per la fica, ha senso seguirlo per bacchettarlo ?

Se a una persona, tolta la figa di un posto non interessa quasi nulla, che ci sta di male ?

Con questo non critico ne cuba ne nessun posto, dico solo che tolta la figa, il resto a me non interessa, e sche mi piace assai di piu la nostra italia o cmq molti altri posti... e una opinione (non condivisibile) ma rispettabile ??

E poi dico che io (ma credo tutti) do un valore alla mia vacanza, per me 14-21 gg a Cuba non devono costare piu di 500 euro, volo incluso, altrimenti non mi conviene, magari totonnus herectos dice per me il massimo sono 3000,,, tutto ci puo stare.

Ma non dico 500 perche cuba non meriti di piu, ma lo dico perche se io per esempio ho voglia di spiaggia e stintino mi costa 600, ma chi me lo fa fare di andare a cuba o altrove per piu di quella cifra---- ma ripeto nulla contro di cuba, e solo un ragionamento-

Detto questo, non e che non capisco che le critiche morali di tsudent ci stanno, sicuramente aivoglia che molti criticherebbero, noi puttanieri, lo capisco, ma in un forum su cuba non lo capisco.

Capisco pure che in un modo o altro e vero che un VIP approfitta (poco o molto) del suo status, non e che non ha ragione tsudent, io cerco di approfittarne senza infierire, senza strafare, perfetto, ma torniamo al punto di prima, ha senso rimarcarlo ?

Ovvio che io non ho piu il tempo di procacciare tutta la vacanza e mi devo accontentare di futili sciammerie, e per lo piu contrariamente alla massa mi cerco donen anche sui 50, perche non mi va di pagare ragazze giovani e perche mi tirano le mature... oltre a quello poi cerco di godermi la vacanza nel limite del possibile, come farei in qualsiasi posto.

Non critico cuba, non sputo nel letto dove ho grugnito, anzi ringrazio cuba e le cubane e io ho sempre detto questo, pero nonostante tutto vedo anche i 100 difetti del paese e vi sono tante cose che a me non piacciono, ma sempre ribadendo che e solo un mio parere e che ringrazio 100 volte cuba

Ora io come totonnus, non ho nessuna voglia di litigare, 0, quindi se non e piu possibile scrivere 4 cazzate senza essere messi in croce o giudicati sul personale tanto vale che me ne sto zitto, e passo solo per gli auguri di pasqua, natale etc etc----

Che io sia pieni di difetti lo so, che non sono un santo pure, che sono moralmente dal punto di vista cattolico censurabile lo so,
pero cactus non e che poi me lo si deve ripetere spesso o dedicarmi topic di offese

Ahy Dios mio rag, te pones como bibijaguas!! :smt040
Te lo digo a la manera habanera seguro que entiendes como se habla en Habana Vieja... :-D
Como sabes, donde hay plata hay rana... por eso, no berrearte y ponete bacheche y no burro o bomba; a lo mejor, camina sin pisar brujería en la esquina de la calle... :smt040
Me entiendes, si?
Avatar utente
ciudadhabana
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 5233
Iscritto il: 26/02/2010, 19:28

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda ragioniere » 10/01/2018, 14:39

ciudadhabana ha scritto:Ahy Dios mio rag, te pones como bibijaguas!! :smt040
Te lo digo a la manera habanera seguro que entiendes como se habla en Habana Vieja... :-D
Como sabes, donde hay plata hay rana... por eso, no berrearte y ponete bacheche y no burro o bomba; a lo mejor, camina sin pisar brujería en la esquina de la calle... :smt040
Me entiendes, si?


Totonnus

ma se tu lo sai perche io sono andato a cuba, o meglio ci ritorno, che senso ha fare dei topic critici ??
Non ne ho mica fatto un mistero, e vale per tante cose... che facciamo apriamo topic (usando pure anonimato) cercando una vittIma e accusarla di cose che poi alla fine ha sempre detto ?? non lo trovi fuori luogo ?

E a quasi 50 anni ( o piu) dobbiamo discutere sul fatto che ognuno ha i suoi gusti, e nella vita per ognuno di noi qualsiasi cosa (cuba inclusa) ha un valore, e quello e il solo metro di giudizio, cioe il nostro personale sul cosa sono disposto a spendere !!!1

Se ci si mette a perdere tempo su questo, si finisce per evitare di parlare di cose piu importanti e che la gente si caga il cazzo di scrivere, con questo non dico che dal punto di vista morale di molti, tsudent non ha ragione, lo capisco benissimo, e vero mi son trombato le mie due cognate, pero lo volevano pure loro, ne hanno tratto vantaggio (piacere non lo so) e basta,.....

E non si puo nemmeno criticare il fatto, che magari per qualcuno di noi, Cuba non e affatto il paradiso, e quindi magari si da importanza solo a una cosa e il resto conta poco, tutto ci puo stare...

Io si, potrei pure raccontare la mia cuba, perfetto, ma non riesco a essere talmente paracuio da raccontarla come se avessi fatto un viaggio disinteressato, nossignore, non fosse stato pe rle foche, pure quelle poche cose che mi sembrano belle, come aspettare 30 min un autobus, sarebbero state cacca, cioe non mi faccio 10 ore di volo, per pagare il doppio che in sardegna e stare pure peggio... per quelle che sono le mie esigenze...

Quindi se si vuol parlare di cuba, parliamo di cuba, parliamo di gusti personali, tutto ok, ma non ha nessun senso invadere la vita privata delle persone, se poi racconto una cosa non e mica detto che lo si fa pe run vanto, io non mi vanto di aver trombato le due cognate, cioe le sorelle della ex diversa, non e un vanto, ma ne sono felicissimo, perche mi son sentito in quel momento el homme piu felice del mondo, ho solo condiviso una esperienza, ma non ne faccio nessun vanto, e amen.

Quindi cari critici, accettate che vi sono persone (poche) come me, che contrariamente a voi, togliendo le cubane (sinche la mollano) di Cuba se ne sbattono letteralmente i coglioni, nel senso che se ci vedo una convenienza ci vado e senno vado altrove, questo sempre senza nulla togliere a cuba, che mi ha dato tanto, ma alla fine nella vita ogni ciclo, ogni amore, puo cambiare.

´
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17615
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda tstudent » 10/01/2018, 16:34

Ragio cerchiamo pero' di capirci.
La mia critica alle tue gesta ed ai giudizi critici che tu esprimi in questo forum e' assolutamente legittima.
Questo e' un luogo pubblico non il salotto di casa tua dove inviti chi vuoi, per cui se tu racconti cose che a me fanno schifo e' legittimo che io lo esprima.
Tra l'altro m'era sembrato che fossi un amante della democrazia , ricordo le tue critiche al barbuto per il fatto di sopprimere il dissenso, e poi ascolto che ami la funzione di facebook che offre la possibilita' di sopprimere chi non ti dice "ma che bravo e simpatico e' il nostro ragioniere" o in generale fai il risentito.
Impara ad accettare senza risentimento chi ti da' contro. Il contrasto ed il confronto sono parte integrante della vita e sono il modo attraverso cui gli esseri viventi si evolvono.

Detto questo mi sono impegnato ad essere meno critico per favorire un dialogo sereno sui fatti, sulle avventure ed emozioni vissute a Cuba.
Ma purche' pero' si parli di questi fatti, avventure ed emozioni vissute a Cuba.

Se il tuo modo di argomentare vorra' essere sempre e solo incentrato su quanto i prezzi siano cresciuti a Cuba, su quanto questo paese sia inefficiente, etc etc. capisci bene che sei Tu che hai voglia di concentrare il discorso sulla critica ed il giudizio, tralasciando i fatti ed i racconti sereni su un paese molto particolare che tanto ci ha fatto divertire.

Allora se questo e' l'esclusivo oggetto del tuo argomentare non ti deve sorprendere se anch'io esprimo il mio giudizio critico e ti faccio notare le tue contraddizioni. Anche se non ti piace cio' che dico, in quanto ti senti sotto-attacco, devi accettarlo ed affrontarlo come e' giusto che sia in un contesto di liberta' di pensiero.

Detto questo si parla di Cuba? Riusciamo a parlare di questo paese in modo piu' sereno, senza troppi giudizi censori, concentrandosi sui fatti, sui ricordi, sulle emozioni positive che questo paese ci ha trasmesso?

Io auspico caldamente che la risposta sia un convinto si.
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 306
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda giotto » 11/01/2018, 16:06

ciudadhabana ha scritto:Questo mi piace.
Ci siamo arrivati... meglio tardi che mai...
Sotto questo profilo (... le emozioni...) mi piacevano, per esempio, i resoconti di Giotto ma stò dimenticando sicuramente tanti altri autori.


Grazie per la citazione! Un abbraccio
Avatar utente
giotto
Utente
Utente
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 27/05/2011, 16:46

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda ragioniere » 12/01/2018, 16:10

tstudent ha scritto:Ragio cerchiamo pero' di capirci.
La mia critica alle tue gesta ed ai giudizi critici che tu esprimi in questo forum e' assolutamente legittima.
Questo e' un luogo pubblico non il salotto di casa tua dove inviti chi vuoi, per cui se tu racconti cose che a me fanno schifo e' legittimo che io lo esprima.

good, ma le cose che a te (o a me) sembrano ingiuste o fanno schifo, e solo un tuo parere personale, ci puo stare pero che a seconda dei punti di vista in altre culture o luoghi siano normali. ma anche se a noi non piacciono, vi sono anche modi piu civili di esprimere una opinione, tutto qua-- sin li, ok



Tra l'altro m'era sembrato che fossi un amante della democrazia , ricordo le tue critiche al barbuto per il fatto di sopprimere il dissenso, e poi ascolto che ami la funzione di facebook che offre la possibilita' di sopprimere chi non ti dice "ma che bravo e simpatico e' il nostro ragioniere" o in generale fai il risentito.

mi sembra ovvio, la democrazia non perfette pero di offendere la gente, altrimenti sui campi di calcio non dovrei espellere chi lo fa, una critica educata e civile, un dissenso, ci puo stare, ci mancherebbe, dire mi piace non mi piace, condivido, non condivido, sono le offese che a mio avviso sono superflue e men che meno su futili cose ::okki


Impara ad accettare senza risentimento chi ti da' contro. Il contrasto ed il confronto sono parte integrante della vita e sono il modo attraverso cui gli esseri viventi si evolvono.

lo faccio se sono critiche costruttive, ma se per me fare sesso come un riccio, se mazzuolare le cognate e una cosa naturale, e non e reato, inutile fare critiche su questo... sono gusti personali, che a te (altri) possono non piacere, ma non vi e un reato, q

Detto questo mi sono impegnato ad essere meno critico per favorire un dialogo sereno sui fatti, sulle avventure ed emozioni vissute a Cuba. Ma purche' pero' si parli di questi fatti, avventure ed emozioni vissute a Cuba.

nel mio caso e molto relativo, perche a me tolte le foche cuba interessa poco, non ci andrei ddel tutto, quindi le mie emozioni possono al limite basari su affetti personali, o su buone chievate, ma beninteso alla mia eta sono chievate senza diciamo illusioni, non so se mi segui, quindi io oggi grandi emozioni non ne trasmetto piu... :smt023



Se il tuo modo di argomentare vorra' essere sempre e solo incentrato su quanto i prezzi siano cresciuti a Cuba, su quanto questo paese sia inefficiente, etc etc. capisci bene che sei Tu che hai voglia di concentrare il discorso sulla critica ed il giudizio, tralasciando i fatti ed i racconti sereni su un paese molto particolare che tanto ci ha fatto divertire.

purtroppo per me, per il mio carattare e portafoglio, cuba e un paese almeno sul piu delle cose , abbastanta caro, che devo dire ? Mi muovo in quello che a me mi interessa e in quel piccolo mondo, mi diverto, ma ripeto mi diverto pero sempre con le foche, quindi in quel senso oramai non ho molto da dare... :wink:


Allora se questo e' l'esclusivo oggetto del tuo argomentare non ti deve sorprendere se anch'io esprimo il mio giudizio critico e ti faccio notare le tue contraddizioni. Anche se non ti piace cio' che dico, in quanto ti senti sotto-attacco, devi accettarlo ed affrontarlo come e' giusto che sia in un contesto di liberta' di pensiero.

ci puo stare, ma non ha senso dire il rag. va a cuba solo per le foche, perche questo io lo affermo , cosi come non ha sendo dire il rag. trova 100 paesi (foche a parte) migliori di cuba o gli piace molto di piu stare in italia, perche tutto questo e il mio punto di vista... senza nulla togliere a cuba, della quale beninteso tolti i miei (pochi) interessi personali, oggi, me ne frega poco

Detto questo si parla di Cuba? Riusciamo a parlare di questo paese in modo piu' sereno, senza troppi giudizi censori, concentrandosi sui fatti, sui ricordi, sulle emozioni positive che questo paese ci ha trasmesso?
Io auspico caldamente che la risposta sia un convinto si.

a me ha dato tanto, ma ripeto piu che altro pero sul piano afettivo e scopereggio, quando ero giovane, oggi alla mia eta oramai non valgo quasi na mazza, e ne prendo atto, ecco perche la magia non e piu la stessa di anni addietro, e dire che ancora grazie alla diversa ho una convienenz nell´´andarci, ma senza le fette di salame sugli occhi, e senza credere che non vi siano tantisismi posti migliori al mondo :twisted:
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17615
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda tstudent » 14/01/2018, 15:41

Ragio non sono d'accordo. Ne accenno solo molto velocemente per chiarezza.
Non sono d'accordo quando dici che si tratta della mia opinione ed in quanto tale soggettiva.
E' vero che gusti ed opinioni sono un qualcosa di molto soggettivo ma e' pur vero che ci sono cose che di soggettivo hanno ben poco.
Certi comportamenti sono censurabili in assoluto, non si tratta di opinioni o gusti personali.
In genere questi comportamenti sono quelli che violano un qualche principio universale come il principio di giustizia ed il rispetto dovuto agli altri esseri umani.
Se uno viola questa roba non ha senso invocare la soggettivita' dei gusti ed opinioni.

Ma cmq non voglio parlare di questo. Perche' altrimenti appare un attacco frontale e personale nei tuoi confronti. In realta' non e' cosi'. A me interessa e diverte molto discutere di queste cose, dei principi che muovono il nostro comportamento....ma in un'ottica di discussione, di crescita, non certo di critica fine a se stessa. Inoltre non mi piace neppure salire in cattedra ed essere visto come chi ritiene di insegnare qualcosa agli altri. Come piu' volte ho detto mi considero il "peccatore" numero uno ed il primo ad essere oggetto di critica. A mio avviso discutere di certe tematiche in modo approfondito non e' sbagliato.

Ma cmq andiamo avanti.
Premetto che non vuol essere un critica. Non sentirti sotto attacco.
Mi e' stato detto che il mio atteggiamento critico e' cio' che ammazza il forum. Non penso sia vero o quantomeno non e' la principale motivazione.
Cio' che ammazza il forum e' un certo modo di parlare di Cuba.

Guardiamo il tuo ultimo racconto, di cui ti ringrazio...ti e' stato chiesto e sei stato molto disponibile nello scriverlo.
Ora voglio chiedere a ciudadhabana se gli e' piaciuto quel racconto.

A me per per nulla (non ti offendere ragio!)

Da un racconto del genere traspare in ordine: tristezza, cinismo, depressione, rabbia, astio ....
E' questo cio' che allontana da Cuba ( o quantomeno dal suo ricordo).

Ora io capisco i tuoi problemi ragioniere, la tua rabbia, la tua disillusione, il tuo sconforto .... mi immedesimo in te, lo capisco e ti sono vicino.

Pero' e' possibile che in 3 settimane non ci sia stato un momento di gioia? Non parliamo di grandi e memorabili eventi....la gioia piu' grande si nasconde nelle piccole cose.
E' su queste cose che andrebbe focalizzata l'attenzione, sono esse a dover essere ingigantite nel racconto.

* un evento buffo che e' accaduto a tuo figlio, a te , a tua moglie, ai conoscenti .... (quello di tuo figlio che si cagava addosso l'altra volta non era male, purche' non seguito da astio e rabbia)

* Una discussione con un cubano in cui la spara grossa o racconta una sua esperienza da morir dal ridere

* Qualcosa di buffo o semplicemente curioso accaduto nel mentre passeggiavi per strada

* Con chi hai grugnito, la storia di queste donne, cosa ti hanno detto dopo tanto tempo che non le vedevi, la grugnita e' stata preceduta da un gelato, un drink, un dialogo? dove l'avete fatto, gli stratagemmi, qualcuna mostrava segni particolari, caratteristiche simpatiche o curiose nel mentre trombava (chesso' turpiloquio o altro), come vi siete lasciati dopo aver consumato.
* Come passavi le serate?. Con qualcuno avrai parlato.... raccontaci qualcosa di simpatico che vi siete detti...


Insomma piccole cose che ci facciano sentire l'odore di cuba, che ci trasportino li per qualche secondo, che ci facciano vivere e ri-vivere il bel tempo che fu.

Questo e' cio' che questo forum deve fare.
in generale, se nel tuo modo di agire e di parlere trasmetti tristezza e merda, tristezza e merda attirerai.


PS
E' vero mi espongo alla giusta critica: ma perche' non le scrivi tu queste cose? a parziale discolpa posso dire che non frequento piu' cuba, tuttavia forse dovrei considerare di scrivere qualcosa sul mio passato. Va anche detto che non tutti abbiamo il talento di scrittori provetti, ma non importa provarci e' meglio che non farlo.
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 306
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda ragioniere » 15/01/2018, 20:13

tstudent ha scritto:E' vero mi espongo alla giusta critica: ma perche' non le scrivi tu queste cose? a parziale discolpa posso dire che non frequento piu' cuba, tuttavia forse dovrei considerare di scrivere qualcosa sul mio passato. Va anche detto che non tutti abbiamo il talento di scrittori provetti, ma non importa provarci e' meglio che non farlo.


Io ho problemi nello spiegarmi

Personalmente a cuba sono stato bene, 3 settimane di gioia, e appena posso, magari gia a fine mese ci ritorno, pero la mia gioia e legata a 2 fattori, la prima e che ho mazzuolato benino, la seconda e aver speso anche meno di quello che avevo preventivato. Quindi mi son diivertito e ho speso relativamente poco,

Sul resto io a Cuba faccio quasi le stesse cose che faccio in italia, o che si fanno altrove, esco con il bimbo, che vado al mare in italia o a cuba per me cambia poco, sono le stesse gioiei e divertimenti, in quel senso a me cuba non offre nulla di che, che non ho in italia o altrove.

Quindi la mia gioia non e legata a cuba, ma a fattori personali o al mio carattere, cambiava poco dove vado, tranne ovviamente che a cuba mi legano anche affetti di famigliari aquisiti, ma queste sono cose che non interessano nessuno.

Ora se parte della mia gioia la devo alla diversa, perche alla fine anche la gioia ha un prezzo, certamente non per quello ho le fette di salame davanti agli occhi e non vedo i tantissimi problemi che ha il paese, la mediocrita dei servizi, e il caro prezzi su tante cose... quelli anche se non mi toccano piu di tanto in prima persona, io li vedo.. e la vedo sotto quel punto

Una che ho mazzuolato, era una negrona di 55 anni, conosciuta durante il viaggio in autobus verso un cayo.. lei e le figlia andavano in un cayo, pagava il novio svedese della figlia, quella che voleva trombarmi era la figlia, 32 anni, non carina, ma siccome preferisco le mature, ho scelto la madre... che era affamata di cazzo bianco, e soprattutto non avevano bisogno di soldi. Non era bellissima, grassoccia, ma scopavava divinamente e con voglia e soprattutto lo faceva con passione e senza interesse, avrei potuto pure visitarla poi a casa, ma il suo tempo e limitato... ora ti sembrera strano, ma vi sono tante donne che Non muoiono di fame e alle quali piace vivere le loro avventure, che abbiam fatto di male ? Che vuoi censurare ??

in quanto alla ex, e vero, li sono stato cinico, diciamo che lei credo mi amasse ancora io invece no, la ricordavo con affetto, pero alla fine mi interessava piu la trombata genuina che altro, quindi nessuna intenzione di lasciare la diversa per lei, visto che neppur volendo potrei pemettermi una relazione, cioe se dovessi pagare io, i tempi sono finiti, e questa e la mia realta..
Ho 470 di pensione e ci sta poco da scialare o sorridere, sinche la salute me lo permette guadagno benino con arbitrare, ma quei soldi non sono fissi, quindi e inutile... detto questo non i lamento, si tratta solo di essere coscienti delle proprie possibilita e mezzi, e vivere al meglio...

Sinche ho la diversa, andare a cuba e farmi un mesetto mi costa meno di 500 euro, viaggio incluso, quindi non mi lamento, ho anche molte amiche, e vivo il diario, senza lode ne infamia... per quello che mi rimane...

Saluti
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17615
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Perché la gente finisce a Cuba.

Messaggioda tstudent » 16/01/2018, 12:23

Azz non ti spieghi? eheheh ti spieghi benissimo e fin troppo... e' questo il problema.

Quello che non solo io ma anche totonnus ti ha piu' volte fatto notare e' che nei tuoi racconti parli sempre, solo e troppo di te.

Abbaiamo capito che i prezzi sono cari. Abbiamo capito che tante cose non ti piacciono a cuba, abbiamo appreso e memorizzato tutti i dettagli della tua vita. E lo abbiamo appreso perche' lo hai ripetuto circa diecimila volta.

Quello che io dico e': possiamo andare avanti?
Perche' non ci concentriamo sui fatti? Perche' non ci concentriamo sulle cose simpatiche?

A ben rifletterci molto dipende da dove e come noi focalizziamo l'attenzione.
Anche in Italia o in altro paese, con uno spirito molto critico, se ci focalizzassimo solo sulle cose negative la lista delle cose sarebbe infinita. E la vita diverrebbe impossibile o con una qualita' molto scarsa.

Va bene denunciare le inefficienze. Pero', suvvia, concentriamoci sulle cose simpatiche e che ci fanno ridere.

Il tuo racconto sulla negrona procedeva benissimo. Approfondiscilo. Vai nei dettagli. Prova ad esempio a ricordare i dialoghi, qualche battuta che lei o tu hai fatto, dove siete andati ... dai la lista sarebbe infinita, dipende da noi se focalizzarci sulla tristezza ed astio o sulla simpatia.

Delle 60 righe che scrivi io avrei dedicato 55 righe alla storia della negrona e 5 (se proprio devi) alle critiche a cuba su prezzi e su come la tua vita sia dura. Con tutto il rispetto secondo me ne gioverebbe il forum e lo spirito in generale.

PS
inutile dire che la foto della negrona 55enne diventa un must a questo punto
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 306
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

PrecedenteProssimo

Torna a Tematiche generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti