Ritorno a Cuba dopo molti anni

Di tutto un po' su Cuba

Moderatori: bambolino, mircocubano

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda tstudent » 06/08/2018, 15:06

Hahahaha che forte che sei Edoardo, davvero che sfiga essere incappato in te che non me ne fai passare una. Una sorta di giustiziere della notte ;-)

Vabbe' smettiamola di fare caciara , sono battibecchi inutili.

Se solo la smettessi di interpretare cio' che sono e penso io e ti limitassi ad esprimere le tue idee ed i tuoi contenuti sui vari temi.

Sono una persona acculturata? si, molto più di quello che pensi.
Sono una persona benestante? Certemente si. Leggevo delle statistiche e se son veritieri quei numeri dovrei collocarmi nel 10% più privilegiato d'italia.
Disprezzo il popolo? Non mi pare e non mi sembra rilevante.

Cio' che con certezza disprezzo sono le ingiustizie dalle più lievi a quelle più profonde.
Avendo vissuto a stretto contatto con persone che "contano" ed avendo visto funzionare il potere dall'interno ho avuto una visuale abbastanza privilegiata e soprattutto veritiera di come vanno le cose.

Ebbene da sempre faccio fatica ad accettare non solo, come dicevo, le ingiustizie ma soprattutto la passività con cui la massa le subisce.


Cmq adesso lasciatemi andare in vacanza. Un mesetto me lo merito tutto.
Ci si sente al ritorno.
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda tstudent » 06/08/2018, 17:54

salazar32 ha scritto:Innanzitutto grazie ad entrambi, rispetto entrambe i punti di vista, credo che uniti diano il quadro completo della situazione. Come sottolineato da Edo, conosco l'Havana e le sue "meccaniche", conosco i sudamericani, le genti del sud in genere, diciamo che fino a che mi sta bene chiudo anche un occhio, ma non sono un fesso... Quello che cerco di capire è: Vale ancora la pena scendere a compromessi, vivere una ventina di giorni li, o meglio investire tempo e denaro in altri posti? Inoltre, poscia che ovviamente ::tt mi interessa ma che non rappresenta l'unico scopo dell'eventuale visita, ci sono locali dove poter godere di buona musica live e Case Particular decenti a prezzi normali, non ipergonfiati?

Grazie ancora ad entrambi per la gentilezza e la sincerità


Che ne valga la pena oppure no è un qualcosa di estremamente soggettivo.
Alcuni si divertono ancora da matti (con lo spirito giusto), altri "imbruttiti" ed incattiviti dalla vita hanno perso la voglia di giocare e con ogni probabilità , alcuni di loro, non si divertirebbero più da nessuna parte.
Per quanto riguarda case e locali trovi quello che vuoi e di piu'. L'offerta e' aumentata e non diminuita.
Se sei particolarmente sensibile al 20 cuc in piu' o meno valuta l'oriente dove oltre ai costi (e qualità) dimezzati potresti persino trovare un ambiente piu' genuino e da vecchia cuba.
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda edoardo » 07/08/2018, 10:34

tstudent ha scritto:Hahahaha che forte che sei Edoardo, davvero che sfiga essere incappato in te che non me ne fai passare una. Una sorta di giustiziere della notte ;-)

Vabbe' smettiamola di fare caciara , sono battibecchi inutili.

Se solo la smettessi di interpretare cio' che sono e penso io e ti limitassi ad esprimere le tue idee ed i tuoi contenuti sui vari temi.

Sono una persona acculturata? si, molto più di quello che pensi.
Sono una persona benestante? Certemente si. Leggevo delle statistiche e se son veritieri quei numeri dovrei collocarmi nel 10% più privilegiato d'italia.
Disprezzo il popolo? Non mi pare e non mi sembra rilevante.

Cio' che con certezza disprezzo sono le ingiustizie dalle più lievi a quelle più profonde.
Avendo vissuto a stretto contatto con persone che "contano" ed avendo visto funzionare il potere dall'interno ho avuto una visuale abbastanza privilegiata e soprattutto veritiera di come vanno le cose.

Ebbene da sempre faccio fatica ad accettare non solo, come dicevo, le ingiustizie ma soprattutto la passività con cui la massa le subisce.


Cmq adesso lasciatemi andare in vacanza. Un mesetto me lo merito tutto.
Ci si sente al ritorno.


sei fissato con le ingiustizie ("ingiustizie" "giustiziere della notte"), perché evidentemente sono le ingiustizie quelle che ti danno più emozioni. del resto perché una persona cercherebbe di rientrare nel 10% dei più ricchi, se non per poter godere del fatto di essere riuscito ad avere più del 90% delle persone? per vivere non c'è bisogno di avere più di 1.000 euro al mese. se tu ne vuoi 2.000, 5.000 o 10.000 o 100.000, evidentemente è per un motivo psicologico (il potere), non materiale.
io scrivo nel blog per evitare che altri uomini appartenenti al 90% sprechino tempo e denaro a cuba. e se per farlo devo sbugiardare te, lo faccio con piacere. del resto non è difficile sbugiardarti, visto che la tua ipocrisia salta agli occhi insieme alle tue contraddizioni. ad esempio nello stesso post sei capace di affermare che non disprezzi il popolo, e poi qualche riga sotto dire che non accetti la passività del popolo alle ingiustizie. ma cosa c'è di più deprecabile di un uomo che non si ribella alle ingiustizie? sempre ammesso che di ingiustizie di tratti. perché in fondo quali sarebbero le ingiustizie di cuba? principalmente questa, che solo il 10% dei cubani traggono beneficio dall'unica risorsa di cuba, cioè il turismo. in pratica, incoraggiando il turismo, tu non fai altro che alimentare tale presunta ingiustizia.

caro salazar, a cuba non ha senso andare. non ci sono bellezze artistiche, non ci sono bellezze naturali. le donne sono in stragrande maggioranza dei cessi e quelle passabili ti chiedono comunque un sacco di soldi. quelle belle vanno al salon rojo e chiedono cifre assurde. altre belle non ti cagano perché hanno una dignità o ricevono soldi dall'estero. le case particular costano un sacco, non si ha privacy e devi intrattenere a volte rapporti fasulli coi proprietari. non si può girare per strada senza essere molestati, non si possono avere conversazioni con persone senza che prima o poi si rivelino interessante ai tuoi soldi. ma perché cazzo bisognerebbe andare a cuba? non c'è bisogno di buttare via migliaia di euro per vivere delle emozioni. esci una sera in italia e attacca bottone con la prima che capita, invitala a cena, o direttamente a farsi una scopata. se dice di no, provaci con un'altra e via andare. si fottano le cubane e i cubani.
edoardo
Utente
Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 21/07/2015, 13:32

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda tstudent » 07/08/2018, 14:58

Chiedi un aiuto Edoardo, dico sul serio.
Lascia perdere la "missione" che ti sei dato di dare consigli alle altre persone che sono certamente piu' di te in grado di decedere autonomamente cosa desiderano .
Concentrati su te stesso che la situazione , nei limiti di cio' che si puo' capire in un forum, appare grave.

Con affetto
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda edoardo » 07/08/2018, 18:53

tstudent ha scritto:Chiedi un aiuto Edoardo, dico sul serio.
Lascia perdere la "missione" che ti sei dato di dare consigli alle altre persone che sono certamente piu' di te in grado di decedere autonomamente cosa desiderano .
Concentrati su te stesso che la situazione , nei limiti di cio' che si puo' capire in un forum, appare grave.

Con affetto


ovviamente mi attribuisci ciò che sai di possedere tu. sappi che i vari "con affetto" che scrivi per sentirti superiore, o le faccine che metti per far vedere che le mie parole ti divertono invece che infastidirti, li considero trucchetti da principianti. invece tanto di cappello per il continuo utilizzo dell'argomentum ad personam. non molto originale, ma sempre meglio che ammettere di esserti contraddetto.
io dico semplicemente cosa offre cuba e lascio che gli altri traggano le conseguenze. deve essere chiaro che a cuba si spendono un sacco di soldi senza ricevere nulla di davvero valido né dal punto di vista materiale né dal punto di vista psicologico (emozioni). il mito della jinetera, della fidanzatina carina e affettuosa che per pochi soldi fa tutto ciò che vuoi per 2 settimane non esiste più. si devono solo spendere dei gran soldi per avere accanto dei cessi bugiardi.
edoardo
Utente
Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 21/07/2015, 13:32

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda ciudadhabana » 07/08/2018, 21:30

salazar32 ha scritto:Innanzitutto grazie ad entrambi, rispetto entrambe i punti di vista, credo che uniti diano il quadro completo della situazione. Come sottolineato da Edo, conosco l'Havana e le sue "meccaniche", conosco i sudamericani, le genti del sud in genere, diciamo che fino a che mi sta bene chiudo anche un occhio, ma non sono un fesso... Quello che cerco di capire è: Vale ancora la pena scendere a compromessi, vivere una ventina di giorni li, o meglio investire tempo e denaro in altri posti? Inoltre, poscia che ovviamente ::tt mi interessa ma che non rappresenta l'unico scopo dell'eventuale visita, ci sono locali dove poter godere di buona musica live e Case Particular decenti a prezzi normali, non ipergonfiati?

Grazie ancora ad entrambi per la gentilezza e la sincerità

Salazar, di case decenti puoi trovarne dovunque a La Habana ma, come sai, le scelte sono direttamente legate al tipo di vacanza che vuoi fare e alla disponibilità economica. Per esempio, se sei senza auto e scegli Miramar sei un po' nei guai per gli spostamenti; così come se vuoi spendere 10 cuc/notte e scegli Cerro…
Solitamente Vedado è un buon compromesso ma anche Centro Habana può esserlo (forse meglio). Se vuoi qualche indirizzo mandami un MP. Per quanto riguarda i locali è sempre più difficile trovare qualcosa che non potresti trovare in una qualsiasi città europea; comunque per musica live di buon livello e senza casino esagerato ti potrei indicare il Jazz Cafe. Tieni conto che, in ogni caso, tutto quanto sia sempre moooooooolto soggettivo… :wink: Ciao
Avatar utente
ciudadhabana
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 5272
Iscritto il: 26/02/2010, 19:28

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda ragioniere » 07/08/2018, 22:06

Amici licantropi se uno ci sa fare a cuba ancora raccoglie qualcosa

come vi dicevo da tempo, io mio maestro era Massimo Pessina, chissa se la buonanima di Bonvyssuto ci legge, era per me ovvio che imparando da lui che a cuba non ha trionfato ma anche di piu, che qualcosa di buono si poteva raccogliere

Cosi ho lavorato su me stesso, recuperato il fisico da atleta, e gia cosi si aprono scenari diversi,.. specialmente se di soldi ce ne sono pochi... certo ci sono volute diverse operazioni, dolori, lagrime, ma ho lottato... recuperando la salute si riesce anche a lavorare meglio e anche i soldini girano di piu, tanto che sono rimasto tra i pochi ad andarci cmq 4 volte annualmente..

Certo le limitazioni ci sono, visto che cmq molte cose mancano e turisticamente il paese sta ingiauato, pero per chi riesce a costruirsi una piccola oasi in quel 10 % che a mio parere merita... sempre se compensato da ammore... e non per monumenti, puo ancora convenire...

Le cose girano anche qua, la foca, anche cubana non mi manca, certo non sempre bellezze e non miss, ma non mi mancano e grugnisco e a palle vuote si pensa meglio,,, cmq per mesi e mesi ho lavorato in silenzio, volevo farvi partecipi che da dicembre sono fidanzato con una miss... mi son fatto 3 mesi a cuba negli ultimi 6, ovviamente non e che sto con una sola, fosse pure miss mondo se non cambio scoppio... ma ho la fissa, anche carina... e abbiam deciso di poterlo comunicare---

La vita e suna sola, fatevela con chi e meglio di voi, e godetevi la vita, non pensate a chi vi caga il cassus... che la vita e vostra e se a voi vi piace la carne un vegano verra cmq a cagarvi il cefalotto...

Se tutto va bene, a febbraio convoleremo... e come dissi el abogado sui sette mari, se non trombi so cazzi amari

https://www.facebook.com/geylis.clarkperez
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17725
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda tstudent » 08/08/2018, 7:39

edoardo ha scritto:io dico semplicemente cosa offre cuba e lascio che gli altri traggano le conseguenze. deve essere chiaro che a cuba si spendono un sacco di soldi senza ricevere nulla di davvero valido né dal punto di vista materiale né dal punto di vista psicologico (emozioni). il mito della jinetera, della fidanzatina carina e affettuosa che per pochi soldi fa tutto ciò che vuoi per 2 settimane non esiste più. si devono solo spendere dei gran soldi per avere accanto dei cessi bugiardi.


E non ti vergogni di pensarla a questo modo, prima come uomo e poi come essere umano? Cioe' tu sei andato a Cuba a cercare la donna carina ma povera che per pochi soldi ti servisse e riverisse? Ma con queste premesse quale persona al mondo potrebbe essere ben disposta nei tuoi confronti? Quale relazione al mondo potrebbe sorgere e maturare? Queste sono le premesse di un conflitto non di una relazione tra persone con pari dignita'.
Le ingiustizie di cui parlavo non erano riferite a Cuba ma in generale a tutte le iniquita' presenti nel mondo figlie di comportamenti autoritari e truffaldini di una minoranza.
Ti rinnovo il mio sincero "con affetto" in quanto non sono rancoroso e quando lo divento cerco istantaneamente di far scemare quel brutto quanto inutile sentimento. Tu invece sembri molto rancoroso e rigido, per questo, con affetto, ti consigliavo di farti aiutare.

Cmq sono di frettisisma in quanto in partenza. E nei limiti in cui riesco vorrei stare lontano da internet per un mese.

Rinnovo il mio desiderio di una incontro con il ragioniere per una bevuta, rigorosamente a Cuba. Anche Ciuidad, Oigo, Zulemox , lo stesso Edoardo e tutti gli altri che vorranno. Sarebbe carino. Un simposio di cervelli ;-)

Ci si risente a settembre
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda edoardo » 08/08/2018, 18:22

tstudent ha scritto:
edoardo ha scritto:io dico semplicemente cosa offre cuba e lascio che gli altri traggano le conseguenze. deve essere chiaro che a cuba si spendono un sacco di soldi senza ricevere nulla di davvero valido né dal punto di vista materiale né dal punto di vista psicologico (emozioni). il mito della jinetera, della fidanzatina carina e affettuosa che per pochi soldi fa tutto ciò che vuoi per 2 settimane non esiste più. si devono solo spendere dei gran soldi per avere accanto dei cessi bugiardi.


E non ti vergogni di pensarla a questo modo, prima come uomo e poi come essere umano? Cioe' tu sei andato a Cuba a cercare la donna carina ma povera che per pochi soldi ti servisse e riverisse? Ma con queste premesse quale persona al mondo potrebbe essere ben disposta nei tuoi confronti? Quale relazione al mondo potrebbe sorgere e maturare? Queste sono le premesse di un conflitto non di una relazione tra persone con pari dignita'.
Le ingiustizie di cui parlavo non erano riferite a Cuba ma in generale a tutte le iniquita' presenti nel mondo figlie di comportamenti autoritari e truffaldini di una minoranza.
Ti rinnovo il mio sincero "con affetto" in quanto non sono rancoroso e quando lo divento cerco istantaneamente di far scemare quel brutto quanto inutile sentimento. Tu invece sembri molto rancoroso e rigido, per questo, con affetto, ti consigliavo di farti aiutare.

Cmq sono di frettisisma in quanto in partenza. E nei limiti in cui riesco vorrei stare lontano da internet per un mese.

Rinnovo il mio desiderio di una incontro con il ragioniere per una bevuta, rigorosamente a Cuba. Anche Ciuidad, Oigo, Zulemox , lo stesso Edoardo e tutti gli altri che vorranno. Sarebbe carino. Un simposio di cervelli ;-)

Ci si risente a settembre


l'unica cosa di cui mi vergogno è di essere stato troppo generoso con le cubane. cioè mi vergogno di essere stato truffato da quel 10% di cui parli. se uno paga deve avere il servizio per cui ha pagato. se un regista/produttore paga un'attrice, l'attrice deve fare ciò per cui è stata pagata. ci mancherebbe che si mettesse a recitare una parte che non le compete.
edoardo
Utente
Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 21/07/2015, 13:32

Re: Ritorno a Cuba dopo molti anni

Messaggioda ragioniere » 10/08/2018, 9:55

tstudent ha scritto:Oppure molto più semplicemente evita questo forum come la peste.
E' un forum oramai composto prevalentemente (e lo dico senza vena polemica, si tratta del mio pensiero) da gente morta dentro e fuori. Persone incattivite dalla vita, dallo scorrere inesorabile del loro tempo e che per questi o chissà quanti altri fattori, non sono più in grado di vivere la loro vita con occhi gioiosi.
L'unico parametro di riferimento è il valore delle cose, ma non il valore vero e profondo, bensì solo quello pecuniario. Ragionano oramai esclusivamente in termini di ciò che è economicamente conveniente e ciò che non lo è, anche e soprattutto quando si parla di rapporti inter-personali.


Bisogna sempre e comunque guardare anche alle possibilita, se ho 2000 euro da spendere, io devo far quadrare il bilancio su quello, pertanto seppur mi piace il mare della Polinesia Franacese, con quella cifra non potrei farci 14 gg... quindi tutto ok
Ed e la stessa cosa se ho fame, non posso entrare in un ristorante rinnomato a spendere 50 cuc... perche magari ne ho 5... quindi mezzo pollo con patatine e una seven up alla conad e via...
Tutto legittimo e sacrosanto :smt023


Il principale protagonista di questo modo di essere è il Ragioniere. Molti altri sono vittime di questa sciagurata malattia, ma lui addirittura se ne vanta ed in modo provocatorio va in giro per forum e gruppi Facebook a dispensare consigli (a quale titolo lo faccia, considerando come nella sua vita non abbiano granché funzionato, è uno dei sintomi di codesta malattia).

dopo 29 anni di viaggi, mica 2-3 e mietuto bene, sono tra i pochi che ci torna almeno 4 volte annualmente, non ho di che lamentarmi delle cubane, senza avere investito quasi nulla mi ritrovo con due case... mi sempre che nella mia vita si puo dire che hanno funzionato... poi si tratta di semplici consigli, mica di vangelo... se ci torno 4 volte annualmente e segno che a me i conti tornano :smt023



Ma voglio esser chiaro e nonostante forse lui non lo abbia capito, ribadire il concetto di come a me il ragioniere stia molto simpatico. A giudicare anche da alcuni suoi video che ho visionato in rete, mi spingo sino a dire che avrei come desiderio quello di incontrarlo a Cuba ed andare in giro con lui a commentare ciò in cui casualmente ci imbattiamo o semplicemente sederci per una chiacchierata. Sono sicuro che ci divertiremmo entrambi trascorrendo dei momenti piacevoli.

il fatto e che tranne che per qualche persona che vive li, che sono andato a trovare nei miei ultimi viaggi, di tempo ne ho poco... pochissimo, e lo dedico alla mia ragazza , se poi ho voglia di vivere o non mi godo cuba alla grande, lo faccio parlare ai fatti ;-) https://www.facebook.com/roma.gabriele/ ... 4997878593



Premesso questo non posso non esprimere ciò che non mi piace. Al Ragio contesto il suo linguaggio di perenne ed esclusiva critica di Cuba, facendolo oltretutto in luoghi dove è ragionevole pensare vi siano persone mosse da ben altre emozioni nei confronti di quel paese. Mi spiego meglio.
Le critiche che il ragio muove a Cuba sono tutte veritiere, sarebbe da folli negarle.
Il problema però è che Il suo atteggiamento ossessivamente critico appare provocatorio ed irrispettoso nei confronti dei frequentatori di forum e gruppi su Cuba.
Ma cosa crede il ragioniere che c'e' bisogno del suo genio per veder e capire certe cose? La quasi totalità delle persone sono consapevoli dei lati oscuri e contraddittori di Cuba.

io esprimo solo opinioni, credere e il contrario di sapere, in quanto a dare opinioni e ben diverso, se la gente sapeva, come tudici, molti non si prendevano tante delusioni... per me invece molti non dico che non sanno, ma fanno finta di non sapere, in qunanto ad amare cuba ma suvvia.. amore altro non e che tornaconto personale, vedi se ce ne rimane uno solo a lavorare per 400 pesos al mese, quello sarebbe amore... il resto e tornaconto personale di un posto che si vive minimo da benestante :smt023 ,



Tuttavia gli esseri umani SANI non sono soltanto raziocinio. Fortunatamente ci sono anche altri fattori che ci caratterizzano, tra cui passione e amore.
Ci sono persone che amano Cuba per quello che è, ben consapevoli dei suoi lati oscuri. Ed essere attorniati da una persona che ossessivamente ed esclusivamente usa un linguaggio negativo e critico sull'oggetto della propria passione è certamente offensivo (vuol dire che mi consideri un idiota se pensi che non veda da solo certe cose ovvie) o alla meglio provocatorio.

le critiche vanno comprese, quando io mi siedo con gli arbitri di calcio, le nuove leve e muovo delle critiche, per capirle devono anche essere arbitri di calcio, se non lo sono mai stati, non capiranno le critiche e non sapranno riconoscere che nelle negative vi sono positive e al contrario... tutto qua...
fermo restando la soggettIvita; a me puo dare fastidio il troppo calore, mentre ad altri no, anzi
A me puo dare fastidio che se devo andare al bagno non ne trovo, altri sono felici di andare sotto le piante ... e farsi una cacata rivoluzionaria :-D anche molte critiche sono soggettive
Ci puo e ci deve stare che ognuno fa la vacanza come meglio crede, e in un posto si prende quello che gli conviene , se 1 sola cosa su 10 gli conviene si prende quella ed e libero di criticare le altre 9... dove sta il problema ?




Se le critiche si alternassero equanimemente a dichiarazioni positive o d'affetto per Cuba allora si potrebbe anche accettare. Ma avete mai letto un post del ragioniere da cui si evince positività ed amore per Cuba?

I miei post si evincono solo amore per le cubane, ma perche dovrebbero leggere i post miei e leggere di un amore per cuba che sarebbe finto... ? Io vado a cuba in vacanza o per miei motivi, non sono obbligato a dover sentire nessun amore, magari mi deve piacere e mi devo sentr bene in quel che cerco, tutto li... amore lo si puo leggere anche leggendo te o altri... :-D


E' questo ad essere offensivo e/o provocatorio: l'ossessione e l'unidirezionalità. Questo diventa non accettabile.
Se ho tempo ad ottobre mi iscrivo anch'io nel gruppo Facebook in questione e vado, civilmente , a contrastarlo evidenziando queste semplici considerazioni.

faresti male, se mi cagheresti il cassus, contrariamente a qua, la esiste la funzione di blocco, indi non potresti ne commentare ne leggere, se io non vengo a criticare kla tua cuba, che nemmeno conosco, non vedo perche mai qualcuno dovrebbe farlo con me... saranno pure fatti di ognuno come vive la sua vita e la sua cuba :smt023


Anche se, a quanto ho avuto modo di leggere, pare ci pensino già bene la maggioranza dei membri di quel gruppo che lo bastonano a dovere mettendolo al proprio posto. Com'è normale ed umano che sia per i motivi appena esposti.

bastonano sto cassus... mentre loro bastonano, io mi faccio 6 viaggi annualmente, mi godo la mia cuba, le miei due case, mi alzo quando voglio, ho splendide amiche... vedi un po chi devono bastonare... io penso ai fatti miei... fesso chgi invece di pensare a se stesso pensa a astonare altri.. che vivono abbastanza bene :-D


Critiche alternate ad elogi vanno bene. Solo critiche in luoghi dove ci sono persone appassionate di Cuba nonostante i suoi problemi è irrispettoso e provocatorio. Punto.
Ci si domanda perché uno non frequenti i forum ed i gruppi che abbiano ad oggetto i luoghi che si amano e appassionano, come ad esempio quelli aventi ad oggetto la Sardegna, le Filippine ed il Salento!

e che ne sai che non li frequento ?
https://www.facebook.com/groups/SosAlghero/
Semplicemente in ogni gruppo vi sono critiche negative e positive, mica e detto che siamo fanatici... essere appasionato di qualcosa non significa essere fanatico . sono nel gruppo della Salernitana, eppure so che siamo mediocri e vi sono in italia almeno 30 squadre migliori... e allora ?



Oltre che irrispettoso e provocatorio io aggiungerei che è anche incoerente.
Quante volte sentiamo gli italiani appellare negativamente gli immigrati evidenziando la loro mancanza di rispetto nei confronti delle nostre tradizioni, delle nostre consuetudini e della nostra storia. Io sono assolutamente d'accordo con questa affermazione: la storia di una paese va accettata e rispettata.

Se dovremmo rispettare anche i campi di concentramento e gulag, o chi mangia cani o chi taglia genitali alle donne o chi ammazza a pietre donne fedifraghe , ma che stai a dire.... non tutto va rispettato...


Ma questo non deve valere soltanto per gli altri, chiamati a rispettare gli usi, i costumi e la storia della nostra magnifica italia, ma anche per noi nei confronti dei paesi di cui siamo di volta in volta ospiti.
E la Storia di Cuba, signori, è chiara a tutti.
E' un paese che è nato da una RIVOLUZIONE , in particolare una rivoluzione fondata sul rigetto di un'idea autoritaria, verticale e spudoratamente prevaricatoria nelle relazioni tra nazioni. In sostanza si è deciso di non piegare il capo nei confronti dell'allora prima super-potenza mondiale. Nel dare attuazione a quest' idea Cuba ha pagato e paga un prezzo altissimo.
Questa sua scelta, questa sua Storia va rispettata, indipendentemente da quelle che sono le nostre idee. La storia di Cuba è la sua identità.

scelta.... di chi ? con milioni che ve ne sono scappati e altri milioni scapperebbero, questa e scelta ?
E la stessa scelta di tante altre dittature, imposte, facciamo votare la gente, diamo loro questa possibilita e vediamo poi se si tratta di una scelta...
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17725
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Precedente

Torna a Tematiche generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti