Ritorno a Cuba :-)

Di tutto un po' su Cuba

Moderatori: bambolino, mircocubano

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda vivereacuba » 30/04/2018, 4:10

Non voglio entrare nel merito di cosa sia dignitoso e di cosa non lo sia. Vorrei pero' dire che il prezzo lo fa il mercato. A Cuba uno stipendio e' tra i 20 e i 30 dollari al mese. Pagare 20 Euro per scopare una ragazza equivale a darle uno stipendio per aver lavorato qualche ora. Un po' come se offrissimo ad un'operaia italiana 1200/1400 Euro per scoparcela. Ops, ma non e' quello che fanno i fortunati principi degli emirati con bulgare, russe e persino italiane? Facebook e' pieno di russe, bulgare, rumene strafighe che pubblicano foto dei loro viaggi a Dubai. Tutte con seno rifatto e labbra gonfiate. Vorrei sapere quante operaie italiane sarebbero disposte a darla via per 1400 Euro a botta, perche' per me sarebbero in molte. E quante studentesse in Italia, anche di buona famiglia, la darebbero via per una borsa di Gucci? Tante, tantissime.

In Venezuela e' possibile cambiare i soldi al mercato nero. Sui siti di escort venezuelani, il prezzo, considerando il cambio in nero (perche' chi cambia al prezzo ufficiale in Venezuela e' un coglione), e' di meno di 5 dollari. Puoi andare li', scegliere una troia dal catalogo, e scopartela con meno di 5 dollari. Al momento, siccome in Venezuela si fa la fame, c'e' un esodo verso la Colombia ed il Peru' di ragazze che vanno a prostituirsi. Non credo che pagare solo 5 dollari sia poco dignitoso in riferimento al corrente potere d'acquisto della moneta venezuelana. A Cuba e' lo stesso. Anzi, siccome molti italiani sono babbi di minchia, ci sono cubane che magari non si accontentano di 20, ma ne vogliono 40 o 50.

Aggiungo che, se uno e' single fa il cazzo che vuole. E se non lo e' pazienza, la coscienza e' la sua. Non mi sento d'esprimere giudizi su chi tradisce. Io non l'ho mai fatto, ma neppure ho mai vissuto una relazione di 10 anni. So che stare insieme ad una persona non e' una cosa facile.
vivereacuba
Utente
Utente
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 31/07/2010, 0:12

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda edoardo » 30/04/2018, 18:11

vivereacuba ha scritto:Non voglio entrare nel merito di cosa sia dignitoso e di cosa non lo sia. Vorrei pero' dire che il prezzo lo fa il mercato. A Cuba uno stipendio e' tra i 20 e i 30 dollari al mese. Pagare 20 Euro per scopare una ragazza equivale a darle uno stipendio per aver lavorato qualche ora. Un po' come se offrissimo ad un'operaia italiana 1200/1400 Euro per scoparcela. Ops, ma non e' quello che fanno i fortunati principi degli emirati con bulgare, russe e persino italiane? Facebook e' pieno di russe, bulgare, rumene strafighe che pubblicano foto dei loro viaggi a Dubai. Tutte con seno rifatto e labbra gonfiate. Vorrei sapere quante operaie italiane sarebbero disposte a darla via per 1400 Euro a botta, perche' per me sarebbero in molte. E quante studentesse in Italia, anche di buona famiglia, la darebbero via per una borsa di Gucci? Tante, tantissime.

In Venezuela e' possibile cambiare i soldi al mercato nero. Sui siti di escort venezuelani, il prezzo, considerando il cambio in nero (perche' chi cambia al prezzo ufficiale in Venezuela e' un coglione), e' di meno di 5 dollari. Puoi andare li', scegliere una troia dal catalogo, e scopartela con meno di 5 dollari. Al momento, siccome in Venezuela si fa la fame, c'e' un esodo verso la Colombia ed il Peru' di ragazze che vanno a prostituirsi. Non credo che pagare solo 5 dollari sia poco dignitoso in riferimento al corrente potere d'acquisto della moneta venezuelana. A Cuba e' lo stesso. Anzi, siccome molti italiani sono babbi di minchia, ci sono cubane che magari non si accontentano di 20, ma ne vogliono 40 o 50.

Aggiungo che, se uno e' single fa il cazzo che vuole. E se non lo e' pazienza, la coscienza e' la sua. Non mi sento d'esprimere giudizi su chi tradisce. Io non l'ho mai fatto, ma neppure ho mai vissuto una relazione di 10 anni. So che stare insieme ad una persona non e' una cosa facile.



sono d'accordo su tutto.
edoardo
Utente
Utente
 
Messaggi: 199
Iscritto il: 21/07/2015, 13:32

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda tstudent » 30/04/2018, 18:23

Vivereacuba, Ti ringrazio per averci descritto come funziona il mondo. Purtroppo pero' l'oggetto di questa discussione era proprio cio' da cui ti sei defilato, ovvero: cercare di capire nel merito cio' che e' dignitoso (per un essere umano) e cio' che non lo e'.

A me interessarebbe molto che ciascuno di voi avesse il coraggio di esprimersi proprio su questo. E su questo che bisogna metterci la faccia Ragio!!!

Prima considerazione. Il fatto che il salario medio a Cuba (o in qualsiasi altro paese) sia di 20 dollari implica forse che e' sufficiente per vivere bene? I cibi sani ed in generale le cose di qualita' costano in tutto il mondo e le persone ora lo sanno e giustamente le pretendono visto che anche per loro la vita e' una sola. Se sei convinto che a Cuba (o in altri paesi) si viva bene con 20 dollari solo perche' quello e il livello del salario medio sei fuori strada.

Seconda considerazione, molto piu' rilevante. Parlare di merci o di persone e' la stessa cosa? Fatemi capire perche' c'e' davvero da essere interdetti.
Il fatto che in Venezuela ci siano delle persone in uno stato di degrado, disperazione e difficolta' tali da accettare 5 dollari in cambio della vendita del proprio corpo e' una motivazione che rende giusto il nostro pagare quei fottuti 5 dollari?
Cioe' la legge della domanda e dell'offerta la vogliamo applicare pari pari anche alle persone?
Il mercato fa' il prezzo delle merci ... non delle persone, dei loro diritti e della loro dignita'.
VERGOGNA!!!

E' dunque questo il tipo di mondo che vi piace?
E nessuno osi rispondermi che sono un idealista e che ci vuoi fare ma il mondo funziona cosi'. Ho i piedi abbastanza per terra ed ho viaggiato abbastanza per sapere benissimo quella che e' la realta' del mondo.
Ma il mondo e' fatto di tante singole persone ed e' a quelle che io sto parlando adesso.
Se una persona versa in uno stato di bisogno o cmq e' in uno stato di inferiorita' economica marcata rispetto a noi, l'idea di usare questo stato di bisogno per massimizzare il nostro vantaggio la ritenete una cosa degna e giusta? Anche se mi posso permettere di piu' al punto che 20, 30 50, 100 dollari non mi cambiano neanche lontanamente la vita ?

Cioe' io sono un cittadino europeo fortunato. Ho un buon lavoro, guadagno 5 mila euro netti al mese. Sono single e mi voglio divertire in vacanza. Benissimo. Secondo voi dovrei andare in venezuela o in cambogia a chiedere sconti e pagare 5 dollari? Uno che ragiona cosi', a mio avviso, il bidone della spazzatura non ce l'ha al posto del cuore ma al posto del cervello!!!

Tu dici che puoi fare quello che vuoi in quanto single. In quanto single si, ma in quanto essere umano NO.
E' una pura illusione credimi. Certe cose le paghi anche non essendone consapevole.
Le paghi sotto la forma di essere condannato a vivere una vita interiore (o alle volte anche esteriore) MISERABILE.
Non v'e' scampo.
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 359
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda edoardo » 02/05/2018, 11:46

tstudent ha scritto:Vivereacuba, Ti ringrazio per averci descritto come funziona il mondo. Purtroppo pero' l'oggetto di questa discussione era proprio cio' da cui ti sei defilato, ovvero: cercare di capire nel merito cio' che e' dignitoso (per un essere umano) e cio' che non lo e'.

A me interessarebbe molto che ciascuno di voi avesse il coraggio di esprimersi proprio su questo. E su questo che bisogna metterci la faccia Ragio!!!

Prima considerazione. Il fatto che il salario medio a Cuba (o in qualsiasi altro paese) sia di 20 dollari implica forse che e' sufficiente per vivere bene? I cibi sani ed in generale le cose di qualita' costano in tutto il mondo e le persone ora lo sanno e giustamente le pretendono visto che anche per loro la vita e' una sola. Se sei convinto che a Cuba (o in altri paesi) si viva bene con 20 dollari solo perche' quello e il livello del salario medio sei fuori strada.

Seconda considerazione, molto piu' rilevante. Parlare di merci o di persone e' la stessa cosa? Fatemi capire perche' c'e' davvero da essere interdetti.
Il fatto che in Venezuela ci siano delle persone in uno stato di degrado, disperazione e difficolta' tali da accettare 5 dollari in cambio della vendita del proprio corpo e' una motivazione che rende giusto il nostro pagare quei fottuti 5 dollari?
Cioe' la legge della domanda e dell'offerta la vogliamo applicare pari pari anche alle persone?
Il mercato fa' il prezzo delle merci ... non delle persone, dei loro diritti e della loro dignita'.
VERGOGNA!!!

E' dunque questo il tipo di mondo che vi piace?
E nessuno osi rispondermi che sono un idealista e che ci vuoi fare ma il mondo funziona cosi'. Ho i piedi abbastanza per terra ed ho viaggiato abbastanza per sapere benissimo quella che e' la realta' del mondo.
Ma il mondo e' fatto di tante singole persone ed e' a quelle che io sto parlando adesso.
Se una persona versa in uno stato di bisogno o cmq e' in uno stato di inferiorita' economica marcata rispetto a noi, l'idea di usare questo stato di bisogno per massimizzare il nostro vantaggio la ritenete una cosa degna e giusta? Anche se mi posso permettere di piu' al punto che 20, 30 50, 100 dollari non mi cambiano neanche lontanamente la vita ?

Cioe' io sono un cittadino europeo fortunato. Ho un buon lavoro, guadagno 5 mila euro netti al mese. Sono single e mi voglio divertire in vacanza. Benissimo. Secondo voi dovrei andare in venezuela o in cambogia a chiedere sconti e pagare 5 dollari? Uno che ragiona cosi', a mio avviso, il bidone della spazzatura non ce l'ha al posto del cuore ma al posto del cervello!!!

Tu dici che puoi fare quello che vuoi in quanto single. In quanto single si, ma in quanto essere umano NO.
E' una pura illusione credimi. Certe cose le paghi anche non essendone consapevole.
Le paghi sotto la forma di essere condannato a vivere una vita interiore (o alle volte anche esteriore) MISERABILE.
Non v'e' scampo.



noi occidentali possiamo comprare più beni e servizi degli abitanti del terzo mondo, ma questo non rende le nostre vite né più fortunate, né più felici, né più degne. se compriamo sesso per 5 dollari da una donna del terzo mondo, stiamo acquistando da lei qualcosa di tanto superfluo quanto può esserlo un souvenir fatto da lei. se una donna del nostro mondo ci vende sesso per 500 euro, sta vendendo il suo corpo per qualcosa di superfluo come un vestito o l'affitto di una bella casa nel centro. la dignità quindi non la si perde in quanto si vende o si compra un corpo, ma in quanto si rinuncia alla propria libertà. la quale non consiste nel ricercare emozioni forti od oggetti inutili, ma nel compiere quelle azioni che per migliaia di anni hanno dato un significato alla vita dell'uomo.
edoardo
Utente
Utente
 
Messaggi: 199
Iscritto il: 21/07/2015, 13:32

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda ragioniere » 02/05/2018, 12:30

tstudent ha scritto:Tu dici che puoi fare quello che vuoi in quanto single. In quanto single si, ma in quanto essere umano NO.
E' una pura illusione credimi. Certe cose le paghi anche non essendone consapevole.
Le paghi sotto la forma di essere condannato a vivere una vita interiore (o alle volte anche esteriore) MISERABILE.
Non v'e' scampo.


Tu esprimi un punto di vista, che io condivido... ma il fatto che noi due su questo punto la vediamo allo stesso modo, non signiFICA ne che abbiamo ragione ne che abbiamo il diritto di offendere chi per vari motivi la pensa diversamente

Io stesso a cuba, se per relazioni, ho frequentato solo donne che avessero piu soldi di me, e mi son trovato bene, non me la sentivo di stare con donne che non avevano un minimo di scelta... ma non e detto che altri che hanno fatto diversamente sbagliano---

La prostituzione poi, come i lavoratori, esiste dappertutto solo che in germania paghi 100 euro per una botta mentre in molti paesi di 3 mondo ne paghi 10... moralmente e la stessa cosa... puo piacere o meno, ma sinche sono adulti, beh cactus loro---


Su questo punto la penso come te, quello che non penso come te e che a uno debba per forza piacere un posto, a me cuba non la vedo come il top per fare vacanza preferisco la nostra italia o tanti altri posti, ma questo e solo un mio parere, senza nulla togliere a cuba , uno puo anche andare in un posto solo perche gli interessa qualcosa di quel posto..
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17734
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda tstudent » 02/05/2018, 16:31

Tu esprimi un punto di vista, che io condivido... ma il fatto che noi due su questo punto la vediamo allo stesso modo, non signiFICA ne che abbiamo ragione ne che abbiamo il diritto di offendere chi per vari motivi la pensa diversamente


Se si stesse parlando del fatto che a te piacciono gli spaghetti e a me i rigatoni allora avresti ragione.
Su questioni fondamentali che hanno a che fare con i rapporti di forza tra gli esseri umani non v'e' possibilita' di rispetto e compromesso.


Su questo punto la penso come te, quello che non penso come te e che a uno debba per forza piacere un posto, a me cuba non la vedo come il top per fare vacanza preferisco la nostra italia o tanti altri posti, ma questo e solo un mio parere, senza nulla togliere a cuba , uno puo anche andare in un posto solo perche gli interessa qualcosa di quel posto..


Certamente ma solo se le cose che ti piacciono e le cose che non ti piacciono non coinvolgono l'utilizzo di materiale umano.
Andare in Venezuela e scopare a 5 dollari e' incompatibile con la civilta' e la dignita' e non v'e' nessuna forma di accordo e compatibilita' che potro' mai avere con quelle "persone".
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 359
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda ragioniere » 02/05/2018, 17:19

tstudent ha scritto:Se si stesse parlando del fatto che a te piacciono gli spaghetti e a me i rigatoni allora avresti ragione.
Su questioni fondamentali che hanno a che fare con i rapporti di forza tra gli esseri umani non v'e' possibilita' di rispetto e compromesso.

La prostituzione in molti paesi (germania compresa) e legale, e togliendo quella diretta, esiste quella indiretta dove un uomo o una donna cerca la sistemazione, anche una forma seppur diversa di prostituzione
Praticamente tu puoi venire in germania o amsterdam e decidere di frequentare un bordello, o puoi farlo a Manila, paghi tariffe diverse ma la sostanza e la stessa...
Te credo aver capito critichi la prostituzione, ma non e ingiusta, sempre che chiaramente vi sia volonta e nessuno costringe...



Certamente ma solo se le cose che ti piacciono e le cose che non ti piacciono non coinvolgono l'utilizzo di materiale umano.
Andare in Venezuela e scopare a 5 dollari e' incompatibile con la civilta' e la dignita' e non v'e' nessuna forma di accordo e compatibilita' che potro' mai avere con quelle "persone".

ma chi va in Venzuela o altrove non credo ci va per quello, tuttavia se entrare un club a Manila vale 50 dollari mentre a Berna ne vale 500, non vi e differenza alcuna... per come la vedo io
Ma a te spesso dava anche fastidio,( a quanto capivo) anche se uno non e disposto a farsi derubare, io quando pago, voglio anche essere servito e la qualita... altrimenti mi riservo di andare a spendere altrove, sia ferie o anche altro---
Ora inutile puntare su di me, visto che mia moglie aveva piu soldi di me, guadgan a anche piu di me, quindi pur essendo cubana ha da sempre avuto piu soldi di me.. per quello credo stiamo bene ::okki
Ma ripeto, chi la pensa diversamente, mentre non va contro legge, non sbaglia mica

Io mi incazzo anche con centinaia di italiani, che lavorano a cuba, prendono 25-30 euro a notte per una stanza e poi pagano 1 cuc al giorno gli operai cubani... vale anche per pizzerie e ristoranti, prendono tariffe italiane ma agli operai danno tariffe del burundi... si mi incazzo e non poco verso sti sciacali.. a mio modo di vedere... ma lo dico a te quello che penso, non a loro..
Immagine

La mia e solo un opinione, chi la pensa diversamente non sbaglia mica (cit. Totonnus)
Avatar utente
ragioniere
Camajan
Camajan
 
Messaggi: 17734
Iscritto il: 19/12/2008, 20:12

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda estefano » 03/05/2018, 11:10

Lungi da me entrare nella diatriba, ma scusa se il Ragioniere va a Cuba per far sesso con le donne, lo fa per un mero dare e avere lui ottiene quello che vuole e loro il loro compenso, meretricio condito da "papi te quiero", però questo è, lui stesso lo ammette, ma non mi pare che nessuno punti una pistola alla tempia delle ragazze, ne che muoiano di fame a Cuba, moltissime lo fanno per soddisfare i capricci, ergo sono liberissime di farlo o di andare a lavorare per lo Stato, ce ne sono a migliaia che "non lo fanno", eppure escono si divertono, mangiano e vivono come tutte le jinetere, magari senza il cellulare o senza andare a Varadero (ma magari anche si con le promozioni del centro de trabajo).

Non c'è sfruttamento, non bardiamoci gli occhi, ce n'è molto di più nei night svizzeri o per la strada qui in Italia, dove se non "produci " sono botte da parte dell'africano pappone, o non puoi pagare l'affitto dell'appartamento dove svolgi (in svizzera pagANO 500 EURO l'appartamento sopra il night e poi devono pagarsi un appartamento per dormire fuori altri 400), a Cuba se vogliono Jineteano se no no.

Poi il Raggio con la lunga storia che ha a Cuba non va certo a illuderle di sposarle o portarle in Germania, lo conoscono tutti, pertanto sanno cosa aspettarsi da lui.

Stiamo scrivendo pagine e pagine sul nulla....
Awo ni orunmila
Avatar utente
estefano
Utente Esperto
Utente Esperto
 
Messaggi: 3470
Iscritto il: 26/11/2007, 16:20
Località: Vicenza

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda edoardo » 04/05/2018, 12:48

estefano ha scritto:Lungi da me entrare nella diatriba, ma scusa se il Ragioniere va a Cuba per far sesso con le donne, lo fa per un mero dare e avere lui ottiene quello che vuole e loro il loro compenso, meretricio condito da "papi te quiero", però questo è, lui stesso lo ammette, ma non mi pare che nessuno punti una pistola alla tempia delle ragazze, ne che muoiano di fame a Cuba, moltissime lo fanno per soddisfare i capricci, ergo sono liberissime di farlo o di andare a lavorare per lo Stato, ce ne sono a migliaia che "non lo fanno", eppure escono si divertono, mangiano e vivono come tutte le jinetere, magari senza il cellulare o senza andare a Varadero (ma magari anche si con le promozioni del centro de trabajo).

Non c'è sfruttamento, non bardiamoci gli occhi, ce n'è molto di più nei night svizzeri o per la strada qui in Italia, dove se non "produci " sono botte da parte dell'africano pappone, o non puoi pagare l'affitto dell'appartamento dove svolgi (in svizzera pagANO 500 EURO l'appartamento sopra il night e poi devono pagarsi un appartamento per dormire fuori altri 400), a Cuba se vogliono Jineteano se no no.

Poi il Raggio con la lunga storia che ha a Cuba non va certo a illuderle di sposarle o portarle in Germania, lo conoscono tutti, pertanto sanno cosa aspettarsi da lui.

Stiamo scrivendo pagine e pagine sul nulla....



l'utente tsudent scrive benissimo, ma purtroppo è di sinistra, e quindi tutto ciò che scrive è viziato dal fatto che deve portare avanti i principi di sinistra (difesa delle donne, dei poveri, dei negri, degli omosessuali, ecc ecc). se non esistessero i problemi dei paesi poveri e delle minoranze da tutelare, si inventerebbe dei problemi nuovi, pur di dare un senso alla sua vita. comunque a ciò che scrivi vorrei aggiungere che SE ANCHE il ragioniere scopasse le donne cubane illudendole di sposarle, non farebbe comunque nulla di male. semmai sono le donne che scopano nell'illusione di sposarsi con uno ricco a comportarsi in modo squallido.
edoardo
Utente
Utente
 
Messaggi: 199
Iscritto il: 21/07/2015, 13:32

Re: Ritorno a Cuba :-)

Messaggioda tstudent » 04/05/2018, 13:08

Vedi stefano io non voglio entrare nel merito della vita privata del ragioniere. Diciamo che e' lui che ha l'abitudine di personalizzare e quindi l'impressione e' quella di una diatriba (si fa per dire) tra me e lui.

Qui e' piu' una discussione di carattere generale tra due opposte visioni del mondo e modi di intendere le relazioni tra persone.

Non facciamo i finti tonti e non facciamo finta di non sapere cosa Cuba e' stata.
Oggi chiaramente e' molto cambiata (e chissa' perche' non ha piu' il fascino di una volta).
Ma cosa e' stata Cuba in passato?
Io l'ho vissuta tardi (prima volta nel 2008) ma era ancora percepibile cio' che Cuba e' stata. Non oso immaginare cosa e' stata prima!!!
Paragonare Cuba ai puttanodromi svizzeri o tedeschi o austriaci e' un prendersi in giro, quasi da iniziare a sospettare che non ci avete mai messo piede.

Gia' nel 2008 ricordo di aver vissuto e visto cose che voi umani ...
Madri che vendevano figlie, yuma che si scopavano sordomute, insomma non voglio proseguire ci siamo capiti ...situazioni di degrado importanti.
La caratteristica di Cuba e' sempre stata questa: la liberta' di fare tutto, ma proprio TUTTO, SENZA LIMITI.
E' questo cio' che ha attirato orde di animali da tutto il mondo.

E' chiaro che io non ho nulla contro quelli che vanno in vacanza ed in modo SANO conoscono locali, si divertono insieme , trombano , etc. il tutto sulla base di rispetto, umanita' ed un pizzico di civilta'.

Il problema lo intravedo invece quando tu, uomo evoluto dell'occidente, che hai avuto una serie infinita di privilegi ( la possibilita' di studiare, di informarti, di fare delle scelte, etc.) ti dimentichi che hai dei doveri in piu' rispetto a loro e finisci per assecondare certi comportamenti BESTIALI.

Cerchiamo di non prendere per il culo e fare i finti tonti.
E' OVVIO CHE MI RIFERIVO A CERTI FENOMENI ESTREMI e non a situazioni normali e sane.
tstudent
Utente
Utente
 
Messaggi: 359
Iscritto il: 03/01/2009, 22:52

PrecedenteProssimo

Torna a Tematiche generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti