Tutto su: Yoani Sánchez

chismes y mucho mas...

Re: Tutto su: Yoani Sánchez

Messaggioda Mauricio » 26/11/2013, 12:26

A Cuba proteggiamo l’ambiente?


YOANI SANCHEZ

Immagine
“Separare gli avanzi di origine naturale da altri come il vetro
e il cartone, è un sogno per un paese che non è riuscito ancora a organizzare
un’efficiente raccolta della spazzatura”, scrive Yoani Sanchez


Un uomo vestito da meccanico versa il liquido di un accumulatore nella fogna. A pochi metri, due ragazzi lavano una moto mentre l’acqua saponosa cade per terra e bagna le radici degli alberi vicini. Alcune persone hanno dato fuoco a un mucchio di spazzatura, che comprende foglie secche, rami, ma anche un paio di batterie di qualche radio portatile e persino una cartuccia d’inchiostro di una stampante laser. Dopo averlo usato una decina di volte, il cuoco aziendale butta l’olio rifritto nello scarico del lavandino, sempre che non se lo porti a casa per farne uso domestico. Si comporta allo stesso modo la parrucchiera che vive negli ultimi piani del condominio, quando getta le tinture scadute nella tazza del bagno. Tutta l’Isola si comporta in maniera irresponsabile per quel che concerne il trattamento dei rifiuti. Poche persone sono consapevoli del danno ecologico provocato da certe azioni quotidiane.

Separare gli avanzi di origine naturale da altri come il vetro e il cartone, è un sogno per un paese che non è riuscito ancora a organizzare un’efficiente raccolta della spazzatura. Ancora oggi i contenitori traboccano negli angoli delle strade, portando mosche, pericoli sanitari e quel caratteristico cattivo odore, elemento inseparabile di città come L’Avana. Per questo è un compito difficile far prendere coscienza a una popolazione ancora oggi interessata almeno a un corretto funzionamento dei cosiddetti servizi comunali. Tuttavia, buona parte del deterioramento che stiamo provocando all’ambiente è irreversibile e necessita di misure urgenti per ridurlo prima possibile. Il settore statale è il grande predatore del nostro ecosistema, con le grandi fabbriche che espellono prodotti chimici nei fiumi e nei mari, i numerosi zuccherifici senza lagune di ossidazione o le migliaia di mezzi di trasporto non in regola con le normative ecologiche. Inoltre, tutto questo è protetto dall’assenza di trasparenza, dalla falsificazione delle statistiche e dal divieto di organizzazioni indipendenti che potrebbero rendere noti certi comportamenti. Nonostante tutto, noi cittadini abbiamo una buona parte di colpa.

La mancanza di una mentalità ecologista si percepisce in ogni dettaglio della nostra vita. Si nota - per esempio - nella disinvoltura con cui tanti cubani tagliano un albero, asfaltano il cortile della loro casa dove prima crescevano piante, gettano prodotti chimici nelle acque, maltrattano animali o semplicemente buttano via materiali riciclabili. Non basta chiedere ai bambini della scuola primaria di seminare una piantina di fagioli, per creare in loro l’amore per la natura. Non è sufficiente neppure programmare nell’orario di maggior ascolto serale annunci televisivi, che invitano a conservare il pianeta dove viviamo. La protezione dell’ambiente va inserita nei programmi d’insegnamento, deve essere compresa in una precisa normativa giuridica e va promossa in ogni ambito.

La nascente società civile dovrebbe tenere ben alta anche questa bandiera. Senza smorzare la torcia dei diritti umani e dei cambiamenti democratici, è ora che i movimenti civici creino strategie di difesa ambientale per questa Isola che lasceremo ai nostri figli. Servono gruppi che riferiscano in tema di impatti ambientali, organizzino programmi di addestramento al riciclaggio e cerchino di dare alla protezione delle risorse naturali un ruolo di primo piano. Siamo d’accordo sul fatto che vogliamo consegnare alle prossime generazioni un paese libero, ma prima di tutto dobbiamo cominciare a garantire di poter lasciare in eredità almeno un paese.

L’orologio sta correndo. La natura non attende. Domani non potremo più tornare indietro.

Traduzione di Gordiano Lupi
Segui il Barrio de Cuba anche sui Social Network!
Avatar utente
Mauricio
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 6897
Iscritto il: 01/10/2006, 11:51

Re: Tutto su: Yoani Sánchez

Messaggioda Mauricio » 04/01/2014, 17:02

¿Cómo vive una disidente en Cuba?

Segui il Barrio de Cuba anche sui Social Network!
Avatar utente
Mauricio
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 6897
Iscritto il: 01/10/2006, 11:51

Precedente

Torna a Rinconcito cubano

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti